Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Santo del Giorno 13 Settembre: San Giovanni Crisostomo

Pubblicità

Siete pronti a scoprire insieme a noi qual è il Santo del giorno 13 Settembre?

Si celebra oggi la memoria liturgica di San Giovanni Crisostomo, vescovo e Dottore della Chiesa vissuto nel IV secolo.

Conosciamo meglio questa figura religiosa di grande importanza e carisma: vediamo chi era, cosa fece, perché è importante e perché è stato canonizzato.

Pubblicità

Santo del giorno 13 Settembre: chi era San Giovanni Crisostomo. Cenni biografici

santo del giorno 13 settembreGiovanni nacque ad Antiochia da una famiglia cristiana benestante in un anno imprecisato della seconda metà del IV secolo.

Rimasto orfano di padre molto presto, il ragazzo fu educato con sani valori dalla madre e dalla zia.

Nonostante ciò, la giovinezza del futuro santo fu piuttosto scapestrata: Giovanni condusse per anni la tipica bella vita viziata ed oziosa tipica dei ricchi rampolli di allora.

Intorno ai 18 anni il ragazzo si avvicinò alla religione: studiò i testi sacri e si fece battezzare.

Giovanni si distinse soprattutto per la sua straordinaria oratoria, tanto da meritare, post mortem, l’appellativo di Crisostomo, ovvero “Bocca d’oro”.

Schietto, corretto e coraggioso, Giovanni si servì della sua eloquenza per combattere il vizio e la corruzione che riguardavano anche le più alte sfere ecclesiastiche.

Pubblicità

La persecuzione e il coraggio

Nel 398 Giovanni divenne patriarca di Costantinopoli e anche in questo ruolo non si risparmiò come fustigatore di cattivi costumi.

Il religioso non temeva nessuno, neanche i potenti.

Quando pubblicamente condannò l’Imperatrice Eudossia per alcune sue colpe, ci furono vescovi che lo appoggiarono, ma altri si sentirono invece in obbligo di schierarsi dalla parte della donna, chiaramente offesa dalle accuse fatte da Giovanni contro la sua persona.

Per tale ragione il patriarca fu mandato in esilio.

Ma neanche questo fermò il coraggio di Giovanni, che continuò a tuonare contro il malcostume anche dall’Armenia, dal Caucaso e dalla Bitinia, i territori nei quali visse gli ultimi anni della sua esistenza.

La morte sopraggiunse nel 407.

Giovanni Crisostomo è il patrono di Asola e compatrono di Russia, oltre che il protettore dei giovani, degli studenti e delle preghiere.


Potrebbe interessarti anche...