Santo del Giorno 24 Luglio: Santa Cristina di Bolsena

Santa Cristina di Bolsena

Il Santo del giorno 24 Luglio è Santa Cristina di Bolsena, vergine e martire vissuta alla fine del III secolo d.C.

Conosciamo meglio questa interessante figura religiosa femminile: vediamo chi era, cosa fece, perché è importante e perché è stata canonizzata.

Santo del giorno 24 Luglio: chi era Santa Cristina di Bolsena

Santo del giorno 24 luglioLe informazioni biografiche su Santa Cristina di Bolsena sono fra loro molto discordanti, in quanto derivanti da una mescolanza di storia e di leggenda.

E’ difficile, se non impossibile, estrapolare la realtà dall’invenzione.

Santa Cristina è detta la Grande Martire per via del numero incredibile di tormenti che avrebbe subito, inoltre era giovanissima, praticamente una bambina.

L’età però, non fu affatto di ostacolo al suo coraggio e alla forza con cui seppe opporsi alle costrizioni e vivere fino in fondo la propria fede.

Cristina apparteneva ad una famiglia pagana.

Bellissima, nonostante i numerosi pretendenti, i suoi genitori non volevano che si sposasse perché avevano intenzione di consacrarla agli dei.

La scelta di Cristina e il martirio

Ma Cristina non era per nulla d’accordo.

Convertitasi al Cristianesimo, ebbe un duro scontro con il padre, che prima la fece picchiare e poi, vista la sua resistenza, arrivò a denunciarla alle autorità.

A questo punto la ragazza dovette sopportare indicibili violenze, dalle quali però, con il supporto degli Angeli, riusciva sempre illesa.

In ultimo furono due frecce a porre fine alla sua brevissima ma intensa vita.

Sul trono di Roma sedeva Diocleziano.

Santa Cristina è patrona di Bolsena, sua città natale, e protettrice dei mugnai.

Miracoli e prodigi

Le fonti raccontano di miracoli e prodigi verificatisi in concomitanza delle torture inflitte alla ragazza.

LEGGI ANCHE:  That's Love e Giordani: insieme per i più piccini, anche in estate!

Tentarono di ucciderla in tanti modi, ma senza riuscirci.

Cristina non annegava, non bruciava e, addirittura, dopo che le ebbero tagliata la lingua continuava a parlare e a cantare in lode a Dio.

I suoi stessi carnefici ne rimasero sconcertati.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...