Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Come piantare i mirtilli in casa e non restare mai senza

Pubblicità

Come piantare i mirtilli in casa e non restare mai senza.

Mirtilli: sono buoni e fanno anche bene alla salute. Il loro tipico colore blu dipende dalle antocianine, sostanze che conferiscono ai mirtilli parecchie delle loro buone proprietà salutistiche.Grazie ai loro antiossidanti, possono essere utili, per esempio, a proteggere la salute del cuore, ma fanno bene anche alle ossa, alla pelle, per la pressione del sangue. Una tazza di mirtilli fornisce all’incirca il 24 per cento del fabbisogno giornaliero di vitamina C.

Per tutti questi motivi può essere una buona idea piantare i mirtilli in casa. Un’idea fai da te che fa bene all’umore, alla salute e al portafoglio.

Pubblicità

Come piantare i mirtilli in casa e non restare mai senza

La prima cosa è scegliere un posto adatto a far crescere una pianta di mirtilli. Questi frutti selvatici hanno bisogno di un terriccio di buona qualità e di molta luce.

L’ideale sarebbe ovviamente disporre di un giardino, ma se abitate in città va bene anche un più modesto balcone, purché esposto al sole. È da considerare che una pianta di mirtillo ha bisogno di uno spazio più o meno di due metri in altezza e di almeno un metro in larghezza.

Si suggerisce di piantare i mirtilli in autunno o primavera. La tecnica di propagazione più semplice per il mirtillo e la talea. Si effettua attraverso l’utilizzo di piccoli rami o di radici.

Per quanto riguarda il momento in cui piantare i mirtilli, i momenti più adatti sono o la primavera o l’autunno. La tecnica più semplice per ottenere una pianta di mirtillo è la talea, cioè un frammento appositamente tagliato e messo a dimora nel terreno o nell’acqua per rigenerare le parti che mancano; di solito si tratta di un rametto che poi metterà radici.

Adoperando un vaso di piccole dimensioni e del terriccio dal pH acido, si interrano (non completamente) i rametti ben distanziati l’uno dall’altro. Dopodiché bisogna innaffiare il terriccio una volta ogni due giorni: in ogni caso occorre che sia sempre umido.

Pubblicità

Se tutto va bene e quando le piantine avranno raggiunto una dimensione media, dovrete trapiantarle in un contenitore più largo.

Una volta che la pianta è adulta, bisogna potare con regolarità, ciò permetterà ai rami più forti di crescere meglio e portare più frutti.


Potrebbe interessarti anche...