Redazione Contatti Impostazioni Privacy

13 trucchi che ti renderanno la vita semplice in casa durante le pulizie degli oggetti impossibili

Pubblicità

Lavatrice

Se gli indumenti assumono uno strano odore dopo averli lavati in lavatrice è necessario effettuare qualche lavaggio con il solo scopo di pulire il cestello, senza caricarla di panni. Proviamo con due tazze di candeggina e impostiamo la temperatura del lavaggio a 90 gradi; se il cattivo odore non va via possiamo eseguire un ulteriore lavaggio con un quarto di tazza di bicarbonato, un quarto di tazza di acqua e un po’ d’aceto, sempre a 90 gradi.

Divano in microfibra

Pubblicità

La pulizia del divano in microfibra è tra i compiti più ardui della vita domestica. Affinché riacquisti l’aspetto di una volta imbeviamo un panno di acqua distillata e strofiniamo con un movimento circolare le aree macchiate. Lasciamo riposare per 10 minuti, poi passiamo una spazzola dalle setole morbide.

Sedili auto

Se non siamo soddisfatto del lavoro svolto all’autolavaggio, puliamo i sedili della nostra auto con un mix semplice e naturale. Mischiamo in parti uguali acqua minerale, detersivo e aceto, poi spruzziamolo sui sedili. Lasciamo agire per 5 minuti prima di passare una spazzola esercitando movimenti circolari sulle eventuali macchie.

Sifone doccia

Acqua e detersivi non sono abbastanza per pulire gli elementi all’interno della doccia, che inevitabilmente si riempiono di calcare. Prendiamo un sacchetto di plastica trasparente e versiamo al suo interno tre parti di aceto e una di acqua, poi facciamo in modo da immergere il sifone all’interno del sacchetto, chiudendolo e bloccandolo con l’aiuto di un elastico. Lasciamo agire durante un’intera notte prima di rimuovere e pulire.

Spazzola per capelli

Pubblicità

L’uso quotidiano della spazzola fa sì che tra i suoi i denti o le sue setole vadano a depositarsi continuamente capelli: piaccia o meno, prima o poi arriva il momento di ripulirla. Per farlo rapidamente, mettiamo 3 cucchiai di soda in un contenitore e poi versiamo al suo interno 4 tazze di acqua calda. Immergiamo il pettine o la spazzola in questa soluzione e lasciamo riposare un’ora, dopo la quale sarà molto più semplice rimuovere tutti i capelli.

Bocchette aria in auto

Di solito puliamo gli interni della nostra auto con un panno, che però non è adatto alla pulizie delle bocchette di aerazione. L’unico modo per spolverarle bene è quello di utilizzare un pennello. Problema risolto.

Coltelli

Se i nostri coltelli preferiti presentano ruggine sulle lame non è necessario buttarli via. Usiamo un prodotto come Bar Keepers Friend Powder per rimuovere tutto. È economico ed è possibile trovarlo su Amazon.

Bottiglie e vasi di vetro

Questo è un rimedio bizzarro ma molto efficace. Per pulire bene le bottiglie dai residui che si depositano sul fondo possiamo utilizzare le pastiglie Kukident (sì, quelle per la pulizia delle dentiere). Mettiamo all’interno della bottiglia una pastiglia con dell’acqua e lasciamo agire una notte.
Rubinetti

Come per il sifone della doccia, il solito anticalcare non è sufficiente alla pulizia dei rubinetti. Per rimuovere tutte le macchie utilizziamo il metodo del sacchetto di plastica riempito d’aceto e lasciamo agire una notte.

Pubblicità

Viale in cemento

Chi vive in una villetta ha probabilmente un vialetto di cemento che porta all’ingresso del garage. Per rimuovere le macchie è possibile acquistare un prodotto particolare, un po’ caro ma veramente efficace: Pour-N-Restore Concrete And Masonry Stain Remover (si trova su Amazon).

Teglie e placche forno

Utilizzando il forno è inevitabile causare qualche macchia di bruciato su teglie e placche. Purtroppo detergenti e olio di gomito si rivelano quasi sempre inefficaci, ma noi conosciamo il metodo adatto a questo tipo di pulizia. Versiamo dell’acqua ossigenata sulle zone bruciate e poi applichiamo della soda. Dopo un’ora basterà rimuovere tutto con un panno e ripulire.

Parquet

Per rimuovere i segni lasciati da pennarelli sui pavimenti in legno applichiamo del dentifricio sulla zona interessata e strofiniamo con un panno in microfibra.

Scarpe di camoscio

14452

Le macchie d’olio sono le nemiche peggiori delle scarpe di camoscio, ma i rimedi naturali sono i metodi più efficaci. Le tecniche che suggeriamo sono utili sia con scarpe chiare che con tessuti più scuri.

Pubblicità

Per pulire il camoscio procuratevi talco o amido ed un foglio di carta assorbente. Il borotalco e l’amido sono ottimi assorbenti utilissimi in questi casi.

Il camoscio è molto delicato ed è importante agire il prima possibile quando una sostanza grassa come l’olio cade sulle nostre scarpe. Esiste anche una protezione spray che protegge questo tipo di scarpe da pioggia o altri liquidi.

Ecco come fare:

Applicare l’amido o il talco sulla zona interessata. Dopo l’applicazione del talco, posizionate un foglio di carta assorbente fermandolo con un peso. Dopo 20 minuti eliminate l’amido o il talco con una spugna e poche gocce di sapone di marsiglia frizionando delicatamente. A questo punto, risciacquate e lasciate asciugare all’aria aperta.

 


Potrebbe interessarti anche...