8 segni premonitori di un potenziale coagulo di sangue che non dovresti ignorare

Il sangue si coagula normalmente quando fuoriesce all’esterno del nostro corpo, con lo scopo di fermare il sanguinamento.

Cosa accade se il sangue tende a coagularsi quando è in circolo nei vasi sanguigni? Le conseguenze del coagulo di sangue nei vasi (trombo) sono decisamente gravi e in alcuni casi fatali, come l’attacco cardiaco e l’ictus.

Per prevenire simili eventi è necessario accorgersi in tempo della presenza di trombi nei vasi sanguigni. Sono esami specifici a stabilire la presenza di coaguli anomali… ma quando dovremmo sottoporci ai suddetti esami?

Fortunatamente ci sono diversi sintomi che ci fanno capire quando vi è questa possibilità.

Gonfiore agli arti

Uno dei coaguli più gravi è noto come Trombosi Venosa Profonda. Quando si verifica, l’ossigeno non è in grado di raggiungere tutti gli organi vitali e causa una scarsa circolazione del sangue. La conseguenza visibile ai nostri occhi è il gonfiore. Tra le cause del gonfiore agli arti (gambe e braccia) vi è anche la trombosi.

Dolore alle gambe

Il dolore e l’indolenzimento alle gambe è un altro sintomo comune della trombosi. Oltre al gonfiore si potrebbe quindi sentire un dolore al tocco e crampi.

Rossore lungo le vene

Questo è un sintomo inconfondibile, perché in caso di trombosi è probabile che la pelle diventi rossa in corrispondenza della vena, seguendone il percorso. In questo caso si consiglia di consultare immediatamente un medico.

Dolore al petto e respirazione pesante

Il dolore al petto non è certamente un sintomo da ignorare, e non dovrebbe esserlo neanche la respirazione affaticata, pesante. Se si hanno entrambi i sintomi contemporaneamente potrebbe trattarsi di trombosi ai polmoni, molto grave e fatale se non curata in tempo.

LEGGI ANCHE:  Le 7 razze canine più strane e rare da trovare al mondo.

Respiro corto

Il respiro risente molto delle anomalie cardiocircolatorie. Ancora una volta, se notiamo respirare con fatica è bene consultare subito un medico.

Tosse anomala

La tosse è solitamente legata agli stati influenzali e in generale ai malesseri tipici dei mesi freddi o instabili. Se ci sentiamo bene ma veniamo colpiti da una tosse “fuori luogo” dovremmo insospettirci di anomali circolatorie o cardiache.

Vomito e diarrea

Il vomito e la diarrea possono essere sintomi di tanti malesseri. Se, come la tosse, risultano essere anomali perché non legati ad alcuna condizione influenzale o gastrointestinale, la loro causa potrebbe essere nel sistema circolatorio.

Forti mal di testa cronici

Il mal di testa forte che compare regolarmente non annuncia nulla di buono. Consultiamo il medico per capire a cosa può essere dovuto. Tra le cause possibili vi è anche la trombosi.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...