Come fare yogurt casalingo senza usare la yogurtiera!

Come fare yogurt casalingo con una pentola per cottura lenta.

La pentola per la cottura lenta è uno strumento che ci ha permesso di riportare in vita, per così dire, i piatti della nonna, quelli che in un tempo meno convulso di questo si cuocevano a fuoco lento con pazienza e cura certosina.

Ma la cosiddetta “slow cooker” non è solo questo, infatti ci può anche permettere di farci da soli il nostro yogurt senza adoperare la yogurtiera.

Il procedimento per realizzarlo ha sempre come punto di partenza uno yogurt pronto di tipo commerciale che ci offra i fermenti necessari per dar vita al nostro yogurt fai da te. l’unico problema, al riguardo, può essere quello di trovare uno yogurt di buona qualità, autentico e preparato con latte intero.

È quindi importante leggere bene l’etichetta: deve trattarsi di latte al cento per cento naturale, non di latte fermentato scremato e arricchito di latte in polvere, amidi e gelatine. Se troviamo del vero yogurt greco, è un’ottima cosa.

Più precisamente deve trattarsi di un latte fermentato ad opera del Lactobacillus bulgaricus oppure dello Streptococcus thermophilus. Per il nostro scopo il latte pastorizzato non va bene, perché non contiene fermenti vivi.

Ma ci servirà anche del latte fresco, questo sì pastorizzato, e se possibile intero. Questo latte è posto in vendita refrigerato e ha una “vita” utile più corta del latte UHT. Migliore la qualità del latte, migliore lo yogurt.

Come fare yogurt casalingo con una pentola per cottura lenta

Per preparare il nostro yogurt casalingo nella pentola per cottura lenta abbiamo a disposizione due metodi.

Il primo è riempire la pentola con il latte, l’altro è fermentare lo yogurt dopo averlo posto in vasetti e questi a loro volta nella pentola. Qui ti illustriamo questo secondo modo.

LEGGI ANCHE:  Crea gli elfi della fortuna con le pietre: semplicissimi e belli anche da regalare

Gli ingredienti

Gli ingredienti necessari sono (per 10 vasetti): un litro e mezzo di latte fresco intero pastorizzato; 125/150 grammi di yogurt naturale, preferibilmente greco.

Procedi così

Riempi la pentola con qualche dito di acqua, di modo che più tardi potrai mettere nella pentola i vasetti senza che l’acqua arrivi ai coperchi. Chiudi, accendi e riscalda ad alta potenza misurando la temperatura con un termometro fino a che arriva ai 50 gradi. A quel punto spegni e stacca la spina, lasciando però il coperchio.

Scalda il latte in un tegame piuttosto largo fino alla temperatura di 45 o 50 gradi: non deve superare i 50. Dopodiché togli dal fuoco e aggiungi lo yogurt: sbatti delicatamente con una frusta finché lo yogurt non si dissolve nel latte.

Adesso distribuisci il composto latte/yogurt nei vasetti che hai preparato, poi li sigilli e li metti nella pentola a cottura lenta e li ricopri con un panno; poi chiudi la pentola e ci metti sopra un altro panno.

Fai riposare tutta la notte in un angolo caldo della tua cucina: minimo 8/10 ore, ma meglio 12. Poi metti in frigo e consumi quando ti va.

L’altra possibilità, come s’è anticipato sopra, è mettere il latte direttamente nella pentola per la cottura lenta e scaldare a bassa potenza per un paio d’ore vigilando che la temperatura non superi i 50 gradi. A quel punto mischi il latte con lo yogurt, mescoli bene e chiudi come visto sopra, con due panni uno sotto il coperchio e un altro sopra.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...