Come preparare un aceto per impiego domestico, con il fai da te!

Se non vi va di sprecare il vostro aceto per un impiego domestico, vi spieghiamo come preparare quello per un esclusivo uso casalingo con il fai da te! 

Parliamo di uno dei condimenti più utilizzati in cucina per la preparazione di piatti freschi, caldi e deliziosi! Questo ingrediente, lo sapete bene ormai, può essere utile anche in tante altre occasioni. Per esempio, per pulire e disinfettare oggetti e piani di lavoro. Eppure, a volte, spiace sciuparlo!

Non temete, potete realizzarlo con le vostre mani, l’importante è che contenga meno di 1,5% di alcol e più del 6% di acido acetico. Curiose? Ecco la ricetta!

Come preparare un aceto

Preparare l’aceto con il fai da te: ecco come farlo!

Per realizzare l’aceto in casa vi occorreranno:

  •  vino (bianco o rosso), 1 l con gradazione alcolica meno di 12 gradi senza solfiti aggiunti;
  • acqua distillata, 1 l
  • madre dell’aceto acquistata o fatta in casa;
  • barattolo di vetro, 1
  • termometro da cucina
  • garza, 1
  • elastico, 1

Come prima cosa sterilizziamo in acqua bollente il barattolo in vetro. Poi, versate al suo interno una stessa quantità di acqua e di vino. La madre, invece, può essere acquistata in un negozio e va dosata in base alle indicazioni presenti sull’etichetta della confezione d’acquisto.

Coprite il barattolo con una garza ed un elastico. Lasciatelo riposare in un luogo buio a temperatura costante, (tra i 25° e i 29°C).

Dopo i primi  60 giorni, bisognerà procedere ogni 15 giorni ad il suo assaggio. L’aceto  risulterà pronto quando presenterà il classico sapore pungente. Quando procedete con la degustazione state attenti a non rompere la massa gelatinosa che galleggerà sulla sua superficie.

 

Per estrarre il liquido utilizzate una cannuccia e versatelo in un bicchiere.

LEGGI ANCHE:  5 soluzioni ingegnose per guadagnare spazio in un MINI appartamento

Una volta che l’aceto risulterà pronto togliete la madre, che potrà essere riutilizzata in futuro, se conservatela in un barattolo sterilizzato.

Trasferite il liquido rimasto in una pentola su fiamma media e procedete alla misurazione della temperatura: non dovrà mai superare i 71°C gradi. Questo processo di pastorizzazione è importante poiché permetterà la sua conservazione nel tempo.

A questo punto versatelo ottenuto nelle bottiglie di vetro sterilizzate, avendo cura di filtrarlo prima, usando un panno pulito. Conservatelo a temperatura ambiente e al riparo dalla luce solare diretta.

Aceto fai da te: come usarlo per la casa

Potete usare il vostro aceto fatto in casa per pulire e detergere a fondo i piani della cucina, pentole e utensili vari. Per il suo potere sgrassante è utilizzato per i vetri, o come anti-calcare.

In aggiunta al lavaggio del bucato, invece, è un ottimo ammorbidente.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...