Come recuperare smalti e alluminio per creare dei simpatici Pesci Decorativi!

In questo video tutorial Ombretta ci mostra come realizzare dei fantastici pesci decorativi, usando cartone e alluminio, e vecchi smalti –  guardatevi il video e spazio ai commenti 😉

 

ECCO I NOSTRI CONSIGLI UTILI PRIMA DI GETTARE GLI OGGETTI –
In ogni caso, prima di acquistare qualsiasi oggetto chiedetevi sempre se vi è davvero utile e prima di smaltire gli oggetti, domandatevi sempre, guardandoli attentamente, se potrebbero avere una seconda vita o funzione:
I tessuti e gli indumenti vecchi, quelli che non vi servono più, dopo averli ben lavati, poneteli nell’apposito cassonetto, in genere è di colore giallo;
I medicinali scaduti non devono mai essere buttati nell’indifferenziata ma negli appositi contenitori che trovate di solito presso le farmacie o gli ambulatori Asl. Stesso procedimento per le batterie o pile esaurite che devono essere depositate nei contenitori spesso presenti nei negozi di elettronica;
Per la spesa cerate di uare una shopper riutilizzabile in cotone, riutilizzate le scatole e gli scatoloni come contenitori e il retro dei fogli di carta scritti, per prendere appunti e se avete la fortuna di avere un giardino, allora potete provate a utilizzare i rifiuti organici come ottimo fertilizzante;
Per le pulizie della casa o l’igiene della persona, privilegiate sempre prodotti con le ricariche in modo da ridurre drasticamente il numero di contenitori, oppure provate a comprare i detersivi alla spina che costano anche il 20 per cento in meno rispetto ai prodotti tradizionali.
Non buttate gli scontrini insieme alla carta: perchè sono realizzati con carta termica i cui componenti reagiscono al calore generando seri problemi nelle fasi di riciclo. Stessa cosa per la carta dei fax, quella autocopiante e quella a carbone. Pertanto buttate sempre gli scontrini e questo tipo di carta nel bidone dell’indifferenziata;
IL POLISTIROLO: pur non essendo un prodotto a base di petrolio come la plastica, alcuni comuni lo riciclano nel cassonetto destinato esclusivamente a questo materiale, altri invece lo indirizzano all’indifferenziata. In questo caso, seguite le linee guida del vostro comune di appartenenza;
IL TETRA PAK: la raccolta differenziata dei contenitori realizzati con questo tipo di materiale varia molto da un comune a comune. In generale, cercate di sciacquare e comprimere bene i contenitori prima di buttarli via in modo che all’interno non rimangano residui;
ALLUMINIO: anche in questo caso conviene sempre informarsi sulle modalità e le disposizioni nel comune in cui vivete.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...