Ecco come creare 5 concimi naturali ed efficacissimi fai da te. Riciclando e risparmiando

Chi ha il pollice verde sa che la sola acqua non basta alla buona riuscita della coltivazione. Anche le piante, come gli uomini, hanno bisogno di nutrirsi. I fertilizzanti sono utili a tale scopo, ma occorre attenzione nella scelta.

Di solito quelli in vendita contengono sostanze potenzialmente tossiche, da evitare sopratutto nella coltivazione di verdure, ortaggi e frutta, ossia di alimenti che finiscono nel nostro corpo.

Vediamo quali sono i fertilizzanti naturali (ed economici) che possiamo preparare a casa.

Cenere

La cenere è un prodotto del legno, del quale conserva tutte le peculiarità. Soprattutto in inverno, se abbiamo un camino, ma anche in estate quando accendiamo la brace, abbiamo la possibilità di raccoglierla per utilizzarla all’occorrenza.

Setacciamo la cenere e teniamo solo quella più fine, quindi aggiungiamo dell’acqua e usiamo questa soluzione per irrigare il terreno. Gli “scarti” della cenere, quelli più grandi, potranno invece essere cosparsi intorno alle piante.

Oltre a nutrire le piante, la cenere protegge anche da malattie e dall’attacco delle lumache.

Fondi di caffè

Risultati immagini per fondi caffe

Chi ha un minimo di familiarità con la coltivazione di piante sa che i fondi di caffè rientrano tra i migliori fertilizzanti naturali. Sono ricchi di azoto e fosfato, dunque utili in determinate fasi della crescita. Basterà cospargere la polvere di caffè usata intorno alla pianta. Anche in questo caso la difenderà da vermi, mosche e altri parassiti.

Buccia di banana

Immagine correlata

Le bucce di banana non dovrebbero finire nella spazzatura, bensì nel giardino. L’alta concentrazione di potassio è molto utile nella fase di crescita della pianta. Sminuzziamo la buccia sotterriamola intorno agli arbusti.

Gusci d’uovo

LEGGI ANCHE:  Portagioielli fai da te: da realizzare in pochi minuti e con il riciclo!

Risultati immagini per gusci d'uovo

I gusci d’uovo costituiscono l’altro “scarto utile” della natura. Polverizziamoli in un mixer e mischiamoli al terriccio intorno alle piante. I gusci sono ricchi di minerali preziosi, difendono le piante da vermi e formiche. Bonus: sono ottimi per le carenze di calcio nelle persone, oltre che nelle piante.

Acqua di cottura

Risultati immagini per acqua di cottura

L’acqua di cottura (che sia pasta, legumi o verdure) è un incredibile fertilizzante, dato che in sé raccoglie tutte le caratteristiche del cibo cotto in essa. Mettiamola da parte e una volta raffreddata utilizziamola per innaffiare le piante.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...