Donati 360 milioni per ricostruire la Cattedrale Notre Dame de Paris. Ecco chi!

Il procuratore di Parigi, Rémy Heitz, ha dichiarato che l’indagine sull’incendio “sarà lunga e complessa”, ma ha promesso che tutti i mezzi saranno implementati per sapere “la verità”.

Il governo ha riferito che “le vulnerabilità” sono state rilevate nella struttura della cattedrale, specialmente nel caveau.

Finora, le cause dell’origine di questo incendio che ha scioccato la Francia e il mondo intero sono sconosciute, dato il valore storico e artistico di questa cattedrale con nove secoli di storia; anche se tutto indica un incendio accidentale, poiché i lavori di ristrutturazione venivano eseguiti nella cattedrale. I lavoratori che hanno lavorato al cantiere sono stati interrogati.

Come dichiarato dal procuratore di Parigi, Rémy Heitz, questa mattina l’inchiesta sull’incendio “sarà lunga e complessa”, ma ha promesso di attuare tutti i mezzi per arrivare “alla verità e conoscere l’origine di questo terribile incendio”. In una conferenza stampa, Heitz ha confermato che si è trattato di una “distruzione involontaria”.

L’arcivescovo di Parigi, Michel Aupetit, ha spiegato martedì, nelle dichiarazioni alla catena BFMTV, che “Notre Dame era sull’orlo del collasso” e ha affermato che in questo momento è difficile quantificare il danno. Sono riusciti a salvare alcuni dei tesori della cattedrale come la corona di spine, la tunica di San Luis e alcuni calici; ma è ancora presto per conoscere lo stato in cui si trova l’organo della cattedrale e alcuni dei dipinti che erano all’interno.

“Stiamo ricostruendo la cattedrale tutti insieme”, ha detto il presidente francese Emmanuel Macron lunedì a mezzanotte. Il sindaco di Parigi ha proposto l’organizzazione di una conferenza internazionale dei donatori in modo che “i mecenati di tutto il mondo” aiutino a raccogliere fondi per ripristinare Notre Dame. Macron ha annunciato l’inizio di una collezione nazionale per lo stesso scopo. Gli esperti ritengono che il restauro della cattedrale di Notre Dame possa durare per decenni.

LEGGI ANCHE:  Oroscopo di Paolo Fox di oggi 4 maggio 2022

PIOGGIA DI MILIONI

Ore dopo l’incendio, Notre Dame sta già ricevendo una pioggia di milioni. La famiglia Arnault, proprietari del gruppo di affari di Louis Vuitton Moet Hennessy (LVMH) ha annunciato che donerà 200 milioni di euro per la ricostruzione, la famiglia Pinault, una delle più grandi famiglie di Francia, darà 100 milioni di euro, il Comune di Parigi 50 milioni di euro e l’isola di Francia (la regione che circonda la capitale) erogherà 10 milioni di euro.

Núñez ha spiegato che una riunione di esperti è stata convocata a partire dalle 8:00 (0600 GMT) per scoprire se la struttura offre sufficiente stabilità in modo che i pompieri possano entrare all’interno degli edifici per continuare il loro lavoro.

LAVORO DI ESTINZIONE

Dopo oltre nove ore di feroci combattimenti contro il fuoco, circa 400 vigili del fuoco a Parigi sono riusciti a spegnere all’alba di questa mattina l’incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame de Paris ieri sera. Due poliziotti e un pompiere sono rimasti leggermente feriti nell’incendio.

“Ho ancora un nodo in gola, è un monumento straordinario, nessuno può rimanere indifferente”, ha scritto su Twitter Anne Hidalgo, sindaco di Parigi. Hidalgo ha ricordato che la cattedrale di Notre Dame è “un luogo dove risuona l’anima di Parigi: la storia della nostra città è legata a quella della cattedrale”.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...