Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Ecco l’ospedale che mette tutti i bambini nati a Dicembre in una calza natalizia

calze rosse per neonati
Pubblicità

In questo ospedale ai neonati regalano la calza rossa.

L’iniziativa è decisamente carina e anche singolare. E in ogni caso, molto, molto natalizia.

A San Antonio, Texas, c’è un ospedale in cui tutti i bambini nati nel mese di dicembre vengono avvolti – “foderati” verrebbe da dire – in morbide calze natalizie.

Pubblicità

La struttura è l’Ospedale infantile metodista e per quanto questa usanza di infilare i bambini dentro a vere e proprie calze rosse a noi possa sembrare una novità, in quell’ospedale va avanti da ben cinquant’anni.

Si tratta di una simpaticissima tradizione (copiata anche da altre parti)  introdotta dal gruppo di volontari “Bluebirds of Methodist Hospital”.

In questo ospedale calze rosse natalizie per i neonati

Va detto che i neonati non vengono omaggiati solo della magnifica calza rossa che vedete nelle foto, ma anche di cappellini, ovviamente anch’essi in stile natalizio, ovvero rossi e col pon pon bianco in cima.

Nel resto dell’anno i volontari si occupano di prestare vari tipi di assistenza ai bambini malati e il loro lavoro è davvero prezioso per il personale del Methodist Children’s Hospital.

Pubblicità

Di padre in figlio, e nipote

Com’è facile capire, si tratta di una tradizione che fa contenti soprattutto i genitori dei pargoli, dato che i bambini, loro, non possono rendersi conto di nulla, ancora.

Perché è chiaro che queste simpatiche calze non vengono gettate via, anzi. Alcuni le conservano per decenni e le riempiono di piccoli doni ai loro figli in occasione di ogni compleanno.

E siccome sono passati ormai cinquant’anni, alcune di queste calze sono state pure adoperate per far regali ai nipotini: insomma, la calza natalizia come regalo tra tramandare di figlio in figlio.

Copiamoli!

Con tutte le leggi e i regolamenti che abbiamo in Italia, può essere benissimo che da noi non si possa fare (anche se ne dubitiamo): ma perché non copiamo questa tradizione anche da noi?

Dall’America prendiamo troppo spesso le cose peggiori, per una volta, tanto per cambiare, potremmo prendere qualcosa di positivo, non vi pare?


Potrebbe interessarti anche...