Il maritozzo con la panna: il classico romano

Il maritozzo con la panna: il classico romano.

I maritozzi sono un dolce che più romano non si può. Si possono gustare anche da soli, ma “la morte loro”, come si dice, è con la panna montata. Qui di seguito vi spieghiamo come si possono preparare in casa per una colazione come se fossimo in un bar di Roma.

 

Il maritozzo con la panna: il classico romano

Gli ingredienti

Questi gli ingredienti necessari: 380 grammi di farina tipo Manitoba; 80 millilitri di latte intero; due uova; 70 grammi di zucchero semolato; 15 grammi di miele; un cucchiaio di rum; la scorza grattugiata di mezzo limone; una bacca di vaniglia; 150 grammi di burro; un pizzico di sale; 12 grammi di lievito di birra disidratato.

Per la farcia: 300 millilitri di panna da montare.

Per la guarnizione: quanto basta di zucchero a velo.

La preparazione

Si comincia mettendo nella tazza del robot di cucina (o meglio ancora della planetaria, se ce l’avete) la farina, il lievito e il latte. Quest’ultimo è meglio che sia a temperatura ambiente o anche leggermente tiepido.

Ora una alla volta vanno aggiunte le uova e poi, quando si sono incorporate a puntino, anche lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, i semi di una bacca di vaniglia, il rum e infine il miele. Occorre lavorare per circa un dieci minuti, affinché l’impasto riesca bello liscio e omogeneo.

Adesso è il momento di aggregare anche il sale e il burro. Il burro va tirato fuori dal frigo almeno un’ora prima.

Quando la massa comincia a staccarsi dal bordo della planetaria, l’impasto è pronto: lo lavorate un po’ con le mani fino a dargli la forma più o meno di una palla e poi lo mettete a riposare in frigo per buone tre ore. Il suo volume dovrà come minimo raddoppiare.

LEGGI ANCHE:  Addobbi natalizi 2020: Biscotti di vetro da appendere all’albero

Quando l’impasto si è lievitato al punto giusto, ci si formano delle specie di palle di media grandezza. Anche queste vanno messe a lievitare per un’altra ora, stavolta però dentro al forno spento e con la luce accesa (dentro si dovrebbe avere una temperatura di 30 gradi).

Completata questa ulteriore lievitazione, i maritozzi adesso sono pronti per il forno, che sarà preriscaldato a 180 gradi. La cottura dovrà durare sui 18/20 minuti. Prima di metterli nel forno i maritozzi vanno spennellati con una miscela di uovo e panna in parti uguali.

Quando i maritozzi acquistano una bella doratura, è ora di sfornarli. Se l’idea è di servirli con la panna, il tempo in cui cuociono in forno è quello giusto per montarla. Poi non dovrete fare altro che inserirla in una fenditura che praticherete col coltello in ciascun maritozzo (a maritozzi freddi).

Il tocco finale è una bella spolverata con dello zucchero a velo.

Buon appetito!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...