La marmellata di peperoni: le tue carni e i tuoi formaggi ringrazieranno

marmellata di peperoni

La marmellata di peperoni: le tue carni e i tuoi formaggi ringrazieranno.

Volete dare mordente ai vostri tagli di carne e ai vostri formaggi assortiti? Non c’è niente di meglio che questa insolita e corposa marmellata di peperoni.

Questa confettura meravigliosamente purpurea è al tempo stesso dolce, profumata e piccante. Si abbina divinamente alla carne alla griglia ma anche a quella bollita. Ed esalta formaggi di stagione come i nostri meravigliosi pecorini.

Prepararla non è eccessivamente impegnativo o complicato, ma ci vogliono pazienza e attenzione.

Per farla servono un chilo di peperoni e come addensante si adopera la pectina. Meglio i peperoni rossi di quelli gialli o verdi, ma più che altro per una questione di colore.

È necessario però che i peperoni siano rigorosamente di stagione. Si diceva della pazienza: per le conserve di questo tipo è fondamentale un riposo di almeno un paio di settimane prima di poterne sfruttare al massimo aroma e sapore.

La marmellata di peperoni: le tue carni e i tuoi formaggi ringrazieranno

Gli ingredienti

Gli ingredienti necessari sono questi: un chilo di peperoni rossi; mezzo chilo di zucchero; la scorza di un limone bio; una busta di pectina; peperoncino.

Il procedimento

Per prima cosa si lavano bene i peperoni, si tagliano a pezzi grandi e si tolgono semi e filamenti. Il passo successivo è tritarli in maniera abbastanza grossolana insieme alla scorza di limone. Fatto questo, si aggiunge la pectina allo zucchero e si unisce il tutto ai peperoni.

Adesso si mette sul fuoco e si fa andare per una mezzora, aggiungendo peperoncino al gusto. A questo proposito va rammentato che più la marmellata riposa, più acquista mordente, quindi sappiatevi regolare.

LEGGI ANCHE:  Pesto di melanzane con pomodorini, con sole 60 kcal consigliato dai nutrizionisti

Prima di spegnere la fiamma è bene fare una prova di consistenza mettendo un cucchiaio di marmellata sopra un piattino. Bisogna che possa scorrere ancora bene, perché poi la pectina la farà rapprendere ulteriormente.

Se la consistenza vi soddisfa, versate il composto in vasetti di vetro appositamente sterilizzati, chiudete per bene e capovolgete affinché si crei il sottovuoto.

Come tutte le confetture, anche questa va conservata in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...