Redazione Contatti Impostazioni Privacy

La ricetta buona e sostanziosa: le patate kumpir

patate kumpir
Pubblicità

La ricetta buona e sostanziosa: le patate kumpir.

La ricetta di oggi è conosciuta con molti nomi. kumpir in Turchia, jacket potato nel Regno Unito, baked potato negli Stati Uniti e, più umilmente, “patate ripiene” da noi in Italia. È un piatto molto semplice da preparare, ma anche molto soddisfacente, come del resto tutti i piatti fatti con le patate.

Pubblicità

La ricetta buona e sostanziosa: le patate kumpir

Gli ingredienti

Gli ingredienti sono questi: quattro patate; burro q.b.; formaggio filante; olive verdi e nere; mais; piselli, sale e pepe q.b.

La preparazione

Fai così

Dopo averle lavate per bene, occorre far bollire le patate. La buccia va lasciata. Una volta lessate al punto giusto, vanno poi aperte con un coltello sul lato lungo, ma senza atagliare fino in fondo, di modo che possano aprirsi “a libro”.

La parte in mezzo va poi scavata con un cucchiaio e nell’incavo che si forma si depositano una noce di burro, sale e pepe. Poi è la volta del formaggio filante, dei piselli già cotti, del mais e delle olive snocciolate verdi e nere.

Pubblicità

È chiaro che ingredienti possono variare a seconda dei gusti di ciascuno. La scelta è quanto mai vasta: peperoni, insalata russa, würstel e così via…

Le patate così farcite vanno fatte cuocere in forno a 180 gradi fino a che il formaggio filante non si scioglie a dovere. Se per caso vi trovaste di passaggio a Istanbul, è di rigore una puntata ad Ortaköy, un quartiere caratteristico sulla riva europea del Bosforo: lì potrete gustare un kumpir da leccarvi i baffi.

Come si diceva sopra, questa è una ricetta che per sua natura lascia parecchio campo libero alla fantasia, sicché, per esempio, invece dello formaggio e del mais si possono adoperare mozzarella e funghi oppure fagioli e spinaci o quello che più vi pare e più vi piace.

Buon appetito!


Potrebbe interessarti anche...