Mescola la fecola di patate e del silicone. Il risultato? Da non credere!!!

Qual è la cosa peggiore che può accadere al nostro cellulare? L’incubo di tutti noi (sopratutto di chi ha speso un intero stipendio per l’acquisto) è la caduta dello smartphone, che rischia di far andare in pezzi gli incantevoli ma delicatissimi modelli ipertecnologici.

È molto importante proteggere il proprio smartphone con una cover capace di ridurre l’effetto dell’attrito, tuttavia quelle disponibili sul mercato – a meno che non si tratti di un prodotto di ottima qualità pagato profumatamente – investono molto più sull’estetica che sull’efficienza.

Il fai-da-te non fa mancare la soluzione adatta. Bastano due soli ingredienti per creare una cover di tutto rispetto, efficiente nel suo obiettivo e pronta ad adattarsi a qualsiasi gusto estetico (dal momento che saremo noi a realizzarla).

Cosa serve per realizzare una cover per smartphone

Silicone
Fecola di patate
Guanti

Come realizzare una cover fai-da-te

Proteggiamo le mani con i guanti ed eseguiamo il lavoro all’aria aperta.

alfalfa-sprouts-1522076_640

Mettiamo un po’ di fecola di patate sul piano di lavoro e man mano aggiungiamo del silicone, impastando, fino ad ottenere una massa morbida. Si consiglia di aggiungere poco silicone alla volta e di impastare, in modo che possiamo regolarci con la consistenza del composto – proprio come facciamo nella preparazione di dolci o rustici.

Stendiamo la pasta morbida sul piano di lavoro, come se fosse una pizza. Facciamo attenzione a lasciare uno spessore sufficiente allo scopo della cover, ossia quello di proteggere il cellulare da eventuali cadute.

Poggiamo il telefono al centro della “pizza”, con lo schermo verso l’alto e cominciano ad adattare la pasta alla forma del dispositivo (come a voler chiudere un pacchetto).

LEGGI ANCHE:  Il limone depura e sgonfia: provatelo per la prova costume.

La pasta di silicone (e il telefono) devono essere lasciati così per circa 12 ore, per cui sarebbe meglio farlo di sera oppure munirsi di un telefono per colmare il vuoto durante questo periodo (sulla confezione di silicone è indicato il tempo richiesto affinché si asciughi bene).

Una volta asciutto, con un taglierino ben affilato procediamo alla rifinitura. Per prima cosa tagliamo l’eccesso di silicone, poi andiamo ad “aprire” i fori per la fotocamera, gli speaker, il jack audio e così via.

La cover fai-da-te è pronta ad essere utilizzata… oppure ad essere decorata!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...