Olio essenziale di pompelmo, come prepararlo con il fai da te

Avete mai sentito parlare dell’olio essenziale di pompelmo? Si tratta di un elisir perfetto per pediluvi, bagni purificanti, massaggi, in particolare sul cuoio capelluto. Ma non solo, è ideale anche per conferire un profumo fresco e agrumato all’ambiente domestico.

E se vi dicessimo che potreste produrlo con il fai da te, riciclando una parte del frutto che altrimenti, improvvidamente, gettereste nella spazzatura?

Per preparare questo olio essenziale dalle molteplici proprietà, infatti, serve la buccia: qui sono concentrate tutte le fibre intrise di fragranza ed in grado di assicurarvi tutti i benefici. Oltre alla scorza, dovrete procurarvi solo una discreta quantità di olio, a scelta vostra se di mandorla o d’oliva. 

Curiose? Iniziamo! 

Il pompelmo

Il pompelmo proviene dal Medio Oriente, ma abita ormai in pianta stabile anche lungo le coste del Mediterraneo. Può presentare 3 colorazioni differenti:

  • rosso, apporta soprattutto licopene e betacarotene, entrambi potenti antiossidanti;
  • rosa, assicura la giusta dose di vitamina A e vitamina C, rinforzanti del sistema immunitario; 
  • giallo, regala elevate quantità di minerali come calcio, magnesio, potassio, indispensabili per il sistema muscolo-scheletrico.

In ogni sua possibile declinazione, risulta sempre e comunque superlativo, sia che decidiate di consumarne la polpa gustosa e ricca di vitamine, sia che preferiate il succo acidulo ed energizzate. Ma, qualsiasi sia la vostra scelta, NON gettate le bucce. Tenete da parte le scorze di due pompelmi interi.

Olio essenziale di pompelmo

Ecco, passo a passo, come dovete procedere per preparare  questo olio essenziale a casa vostra.

Procuratevi un barattolo, sterilizzato e con la chiusura ermetica, abbastanza capiente. Riempitelo per metà con 250 ml di olio d’oliva o di mandorle, a seconda delle vostre preferenze o della disponibilità immediata.

LEGGI ANCHE:  Ficus se fai così lo moltiplichi all'infinito e non ti costa nulla! E' facilissimo!

Lavate i 2 frutti ed eliminate gli eventuali residui di cera. Asciugateli e, con l’aiuto di un pelapatate, asportate la buccia più superficiale, avendo cura di non prelevare la fibra bianca.

Mettete sul fuoco un pentolino con 500 ml di acqua e attendente che arrivi a bollore, solo allora inserite per le scorze, lasciatele in ammollo per 1 minuto esatto, quindi spegnete la fiamma. Con una pinza da cucina, toglietele una ad una e trasferitele nel barattolo con l’olio scelto. Tenete da parte il liquido rimasto nella pentola, più tardi potrete dolcificarlo a piacere e gustarlo: è un ottimo infuso di pompelmo, aromatico e benefico! 

Prendete ora un nuovo tegame e riempitelo a metà con acqua corrente; portate ad ebollizione. Poco prima che raggiunga il bollore, immergete il baratto di vetro con olio e scorze e cuocete a bagnomaria per 2 ore circa. Trascorso il tempo indicato, spegnete il fornello e lasciate raffreddare per 1 giorno e 1 notte. L’indomani, versate il vostro olio essenziale in flaconcini più piccoli e utilizzatelo per tonificare il corpo e i capelli, o per profumare la casa.

Olio essenziale

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...