Ti sei mai chiesto a cosa servono queste “maniglie” sui carrelli della spesa?

Tutti noi conosciamo bene il carrello della spesa, la classica struttura in metallo supportata da rotelle che ci consente di percorrere agevolmente le corsie del supermercato con il carico di prodotti da acquistare. A volte godono di vita propria e vanno dove gli pare nonostante la nostra guida, altre volte si rifiutano completamente di camminare.

atomic_445

Oltre a questi lati ben noti, i carrelli della spesa nascondono alcuni segreti. Ad esempio, sapevate che il 72% dei carrelli presentano su di essi residui fecali? Esatto… e per di più sono il rifugio di più un milione di germi – il che li rende ancor più sporchi di un bagno pubblico. In ogni caso oggi ci occupiamo di un altro segreto dei carrelli della spesa. Vediamo quale!

Vi siete mai chiesti, nel percorrere il supermercato, a cosa servissero quelle “maniglie” sul seggiolino del carrello? Forse non le avrete neanche notate, tuttavia hanno uno scopo molto utile che potrebbe facilitare la spesa settimanale.

Per fare un indizio diciamo che tornano utili nel viaggio di ritorno verso la nostra auto, una volta caricata l’intera spesa imbustata. Avete capito ora? Queste maniglie o ganci servono proprio per appendere i sacchetti colmi.

In particolare sono pensati per reggere le buste contenenti prodotti fragili – ad esempio uova, pane, verdure – in modo che non vengano schiacciati dal resto della spesa o rovesciati. I prodotti più resistenti potranno dunque essere introdotti per primi all’interno del carrello, mentre i sacchetti con alimenti particolarmente “a rischio” li inseriremo per ultimi e fissati a queste maniglie.

A volte non basta conoscere a memoria la struttura degli oggetti, perché il modo in cui siamo abituati ad utilizzarli prevale sulla “ragione”. Ora che è noto, la prossima volta che andiamo a fare la spesa potremo finalmente sfruttare questa comodità… sempre che – alla luce delle informazioni relative all’igiene dei carrelli – decidiamo di usarne uno!

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...