10 cattive abitudini alimentari da abbandonare subito

10 cattive abitudini alimentari da abbandonare subito.

Quando si tratta di cibo, cadere in cattive abitudini può rivelarsi facilissimo. Per esempio basta mangiare troppo spesso dopo le 21 per sconvolgere la nostra digestione e prendere peso e non importa che la cena sia leggera e dietetica.

Ma quali sono le cattive abitudini alle quali è bene prestare attenzione e che è ncessario cambiare prima che la situazione si faccia complicata? Se ne possono individuare almeno dieci e te le elenchiamo qui sotto.

10 cattive abitudini alimentari da abbandonare subito

Uno. Fare la spesa prima di mangiare

Se di solito fai la spesa la sera dopo il lavoro, è facile che la fame ti spinga a riempire il carrello oltre misura e soprattutto con cibo-spazzatura. Meglio fare la lista della spesa a stomaco pieno e attenersi scrupolosamente a quella.

Due. Comprare le verdure fuori stagione

Frutta e verdura di stagione sono più ricche di nutrienti e vitamine e costano anche di meno.

Tre. Saltare i pasti

Se salti uno dei pasti principali, per esempio il pranzo, c’è il forte rischio che mangi troppo e male al pasto successivo. Saltare i pasti non è da confondere col digiuno intermittente controllato, che è un’altra cosa.

Quattro. Mangiare troppo e fuori orario

Piccoli spuntini a orari fissi possono essere positivi, ma sono da evitare gli spuntini fuori programma, che aggiungono calorie del tutto superflue: patatine, merendine, fritti e dolci sono assolutamente da evitare.

Cinque. I piatti pronti spesso non fanno bene

I piatti pronti ti fanno risparmiare un sacco di tempo, ma che c’è dentro? Spesso niente di buono. Da questo punto di vista è fondamentale leggere le etichette. Un rischio nascosto molto frequente coi cibi pronti è la presenza di zucchero nascosto, che a volte è davvero massiccia e dannosa.

LEGGI ANCHE:  Alcuni benefici delle banane che forse non conoscevi

Sei. Mangiare troppo alla svelta e facendo altro

Quando si mangia, si mangia. Ovvero, bisogna apparecchiare, mettersi a tavola e dedicare al pasto il tempo che ci vuole. Il panino di corsa lasciamolo agli americani, per favore. Ne beneficerà anche la digestione.

Sette. Le abbuffate notturne

La regola d’oro è mangiare a orario e quindi le puntate notturne all’attacco del frigo sono assolutamente off limits. Una volta, passi, specie se attraversiamo un periodo di stress, ma se la cosa si ripete troppo spesso, c’è qualcosa che non va e sarà meglio parlarne con un dietologo e/o psicologo.

Otto. Eliminare del tutto i carboidrati

Nelle giuste quantità i carboidrati sono indispensabili al nostro benessere. Qui la cosa fondamentale da rammentare è che non più del 55 o 60 per cento delle calorie giornaliere dovrebbe derivare da carboidrati, il che ovviamente non vuol dire affatto che li possiamo eliminare. Tra l’altro senza carboidrati il cervello può soffrire seriamente, perché è da essi che ricava l’energia per funzionare.

Nove. Happy hour? Meglio di no

Intanto c’è il rischio di esagerare con l’alcool, e poi il drink si accompagna spesso e volentieri a spuntini non esattamente salutisti.

Dieci. Mangiare fuori casa troppo di frequente

Mangiare fuori casa, magari in compagnia delle amiche, è di per sé una specie di istigazione a delinquere. Possiamo fare tutti i buoni propositi che ci pare, ma una volta messo piede nel ristorante la voglia di divertirsi prende il sopravvento.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...