10 modi per rallentare l’invecchiamento della pelle con la dieta

10 modi per rallentare l’invecchiamento della pelle con la dieta.

Sono due i fattori principali per l’invecchiamento della pelle: l’esposizione al sole e i cosiddetti prodotti finali della glicazione avanzata (AGEs).

Questi ultimi si formano quando i grassi o le proteine si combinano con gli zuccheri. Non tutti i fattori che possono causare invecchiamento sono sotto il nostro potere, ma usare filtri solari e tenere sotto controllo la dieta possono aiutare.

Certo, tenere sotto controllo quello che si mangia è più facile a dirsi che a farsi, ma può comunque essere utile un breve riassunto di tutto quello che è bene evitare a tavola e di quello che invece occorrerebbe mangiare.

10 modi per rallentare l’invecchiamento della pelle con la dieta

La patatine fritte

I cibi fritti ad alte temperature rilasciano radicali liberi che possono causare danno cellulare anche alla pelle. Si sa che l’esposizione ai radicali liberi accelera il processo di invecchiamento a causa di un danno a livello del DNA.

Inoltre consumare troppo sale causa disidratazione e una pelle disidratata è più soggetta a invecchiare.

Se proprio non vuoi rinunciare alle patate, meglio puntare su quelle cotte al forno.

Il pane bianco

Meglio limitare o evitare del tutto il consumo di pane fatto con farina raffinata. Quando i carboidrati raffinati si legano con le proteine formano gli AGE di cui sopra e si ritiene che questi prodotti della glicazione abbiano una diretta incidenza sull’invecchiamento. È da preferire il pane integrale.

Lo zucchero bianco

Meglio il miele e la frutta. Un livello elevato di zuccheri stimola la produzione di AGEs.

Burro e margarina

Molto meglio l’olio d’oliva. Se poi la scelta è tra il burro e la margarina, tra i due mali meglio scegliere quello minore, ovvero il burro.

LEGGI ANCHE:  Piante, non ti azzardare mai a comprare queste: trovati 64 pesticidi totali | Sono tossiche, massima attenzione!

Le carni processate

Quanto alla carne, meglio preferire il pollame rispetto al maiale e al manzo. Salame, pancetta e salsicce non sono buoni per la pelle. Queste carni contengono sale, grassi saturi e solfiti, che possono disidratare la pelle e indebolire il collagene provocando infiammazione.

I latticini

Sui latticini i pareri non sono concordi. Alcuni pensano che eliminandoli si possano avere vantaggi per la pelle. Altri ritengono che siano sostanzialmente indifferenti.

Bibite gassate e caffè

Le bibite gassate in genere contengono zucchero e s’è visto sopra quali danni puà fare. Quanto al caffè, dormire poco e/o male non fa bene alla pelle.

L’alcol

Un consumo eccessivo di alcol invecchia in generale e in particolare non fa bene alla pelle: provoca arrossamento, gonfiore, perdita di collagene e rughe.

Più nel dettaglio, l’alcol provoca una carenza di nutrienti, di idratazione e di vitamina A: tutto ciò ha una diretta relazione con la pelle e le rughe.

Non cucinare ad alta temperatura

Alcuni oli con un alto contenuto di acidi grassi omega-6 possono causare un aumento dei livelli infiammatori. Però non tutti gli oli fanno male: meglio scegliere quelli monoinsaturi.

In particolare è da preferire l’olio d’oliva: è ricco di antiossidanti, di vitamina E e di fitosteroli.

Alla larga dagli snack a base di riso

Hanno un indice glicemico piuttosto elevato e questo, come abbiamo più volte ribadito, non è buono quando si tratta di rallentare l’invecchiamento.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...