Acido mandelico: l’esfoliante più delicato che ci sia

Acido mandelico: l’esfoliante più delicato che ci sia.

Acido mandelico, questo sconosciuto. Se non ne hai mai sentito parlare, ti basti sapere che macchie scure, rughe e acne sono alcune delle imperfezioni della pelle che possono essere trattate con questo acido esfoliante.

Questa sostanza appartiene alla categoria degli alfa-idrossiacidi (AHA) e tra queste è generalmente considerato il più delicato. Gli alfa-idrossiacidi sono sostanze naturali e anche sintetiche che in generale trovano impiego nella cura della pelle: esfoliano, idratano, compattano.

Il più delicato, si diceva. È per questo che di solito lo si consiglia per le pelli più fragili o anche come una sorta di “prova generale” in vista dell’impiego di prodotti più aggressivi, come l’acido glicolico o piruvico.

Acido mandelico: l’esfoliante più delicato che ci sia

Ma vediamo di saperne di più.

Come forse qualcuno avrà già sospettato, l’acido mandelico si ricava dalle mandorle amare. Il suo uso principale è contro l’acne.

Come si diceva, uno dei vantaggi fondamentali dell’acido mandelico è la sua delicatezza, il che lo rende particolarmente indicato per chi ha la pelle sensibile.

Dal punto di vista chimico, la delicatezza dell’acido mandelico sembra abbia a che fare con la grossa dimensione della sua molecola, che ne rallenta la penetrazione nella pelle rispetto ad altre sostanze più aggressive.

L’acido mandelico sembra possa accelerare il ricambio cellulare e si comporta da efficace esfoliante quando si tratta di rimuovere le cellule morte della pelle. È per questo che possiamo trovarlo come ingrediente di gel, lozioni, tonici e latti.

Stimola la produzione di collagene

L’acido mandelico non solo esfolia, ma migliora l’aspetto della pelle perché favorisce la produzione di collagene, che poi è la proteina che fa da “impalcatura” della pelle e dei tessuti connettivi. Come spesso è il caso, i risultati dell’uso di questa sostanza possono variare da persona a persona, ma in genere si cominciano a vedere dopo una quindicina di giorni.

LEGGI ANCHE:  Creare un angolo per meditare nella propria casa: la nostra guida!

Avvertenze

Data la sua delicatezza, in genere l’acido mandelico è considerato sicuro, ma prima di applicarlo dovresti sempre consultare il tuo dermatologo.

Quanto ai possibili effetti collaterali, di solito l’acido mandelico è ben tollerato dalla maggior parte delle persone. Si sconsiglia però di continuare a usarlo se si notano arrossamenti, gonfiori o prurito.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...