Redazione Contatti Impostazioni Privacy

Assorbenti interni: usarli male ecco cosa può causare

assorbenti interni e shock tossico
Pubblicità

Assorbenti interni: usarli male può causare uno shock tossico.

Si chiama “sindrome da shock tossico” ed è un insieme di disturbi che possono colpire le donne che usano gli assorbenti interni durante il ciclo mestruale.

Pubblicità

Vediamo di che si tratta e soprattutto come puoi fare in modo di evitarla, se anche tu usi gli assorbenti interni.

Assorbenti interni: usarli male può causare uno shock tossico

Quelle tra voi che si sono prese la briga di leggere il “bugiardino” che accompagna gli assorbenti interni, sanno che un uso troppo prolungato o improprio di questi strumenti può dare luogo a questa malattia.

Ora, la maggior parte delle donne li preferisce a quelli esterni perché risultano più svelti e pratici, ma un loro impiego sbagliato può in certi (rari) casi dare luogo a uno shock tossico.

La “sindrome da shock tossico” è la risposta (troppo) aggressiva del nostro organismo all’attacco che può venire da alcuni particolari batteri, e precisamente da stafilococchi e streptococchi.

Più in concreto, usare male questo tipo di assorbenti può danneggiare la mucosa interna e questo può aprire la strada al proliferare di questi microrganismi potenzialmente dannosi.

Un pericolo può derivare anche dal portarli per troppe ore: il sangue del ciclo deve essere espulso, non può ristagnare per troppo tempo dentro al vostro corpo, sia pure assorbito dal tampone interno.

Pubblicità

Tra l’altro un aspetto davvero spiacevole di questa sindrome è che può ripresentarsi con molta facilità, se non viene trattata in maniera efficace.

I sintomi

Questa sindrome può manifestarsi con questi sintomi: febbre alta e improvvisa; diarrea e/o vomito; arrossamenti cutanei (rash); dolori muscolari diffusi; infiammazione della mucosa; stato confusionale.

Non sempre si manifestano tutti questi sintomi. Quasi sempre però ci sono febbre alta, malessere generale e stato confusionale. Gli altri sintomi possono comparire in seguito, ma anche no.

Sono più soggette a esserne colpite le donne che hanno abortito da poco o che abbiano subito da poco un intervento operatorio.

Come fare per evitarla

La soluzione più drastica sarebbe non usare proprio questo tipo di assorbenti, ma se voi li ritenete più comodi, potete comunque adottare delle cautele: non indossate gli assorbenti interni per più di quattro o cinque ore di fila; alternateli con quelli esterni; lavatevi sempre le mani dopo aver inserito o tolto l’assorbente interno; non usateli se avete escoriazioni nella zona vaginale.

Naturalmente è anche bene ricordare che si tratta di una condizione piuttosto rara.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...