Come curare le micosi della pelle in modo naturale e con buoni risultati

micosi

Come curare le micosi della pelle in modo efficace e naturale.

Le micosi (infestazioni da funghi) possono fare la loro comparsa su qualunque parte del corpo, provocando arrossamento, irritazione, talvolta anche delle infezioni.

I funghi si “accasano” sulla pelle per via della debolezza del sistema immunitario o a causa dell’esistenza di altre malattie preesistenti. O anche per contatto con cose o persone contaminate.

Qui di seguito ti suggeriamo alcuni rimedi naturali contro i funghi della pelle che speriamo ti possano essere utili.

Se non altro, in certi casi possono accelerare il buon esito di una cura “tradizionale”, ovvero affidata ai medicinali, il che è già un vantaggio non da poco.

Come curare le micosi della pelle in modo naturale ed efficace

Con l’aglio. Sia mangiarlo che applicarlo sulla pelle possono essere d’aiuto. Se lo si mangia, la sua azione fungicida può contribuire a trattare questo tipo di malattie della pelle.

In particolare se ne favorisce l’eliminazione dall’intestino, laddove, applicandolo invece sulla pelle, si accelera la cura della micosi. L’importante è che venga adoperato crudo.

Col sale marino. Esfoliare la pelle con sale marino aiuta a disfarsi delle cellule morte e a trattare i funghi. Lo si deve applicare bagnando le mani e massaggiando leggermente.

Con l’aloe vera. Questa pianta meravigliosa tra le altre possiede anche qualità idratanti e riparatrici che stimolano l’attività cellulare e combattono funghi e irritazioni della pelle. In erboristeria potete trovare molti preparati all’aloe che possono fare al caso vostro.

 

Con olio di origano. Possiede proprietà antibiotiche e antimicotiche. È da applicare direttamente sulle zone interessate dalla infestazione fungina.

Con l’aceto di mele. L’aceto altera il pH e quindi l’ambiente di cui i funghi abbisognano per proliferare, inoltre accelera anche il processo di cura. È da diluire con una parte uguale di acqua prima di passarlo sulla pelle.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...