Come fare se la pelle si irrita dopo la depilazione

se la pelle si irrita con la depilazione

Come fare se la pelle si irrita dopo la depilazione.

Avere la pelle irritata dopo la ceretta è perfettamente normale. E se la ceretta può causare rossore, il rasoio può scatenare brufoletti.

A volte però i “postumi” di una depilazione possono sommarsi e si possono avere sia eritemi che “brufoletti”.

Che fare? Intanto è buona norma applicare sempre una buona crema post-depilazione, prima che compaiano quei fastidi. Subito dopo la depilazione, infatti, la pelle è più che ricettiva: i pori sono aperti e il trauma dello strappo (o del taglio) non si è ancora palesato.

Insomma, la pelle è pronta a ricevere le soluzioni lenitive che prevengono le irritazioni. Già, ma quali scegliere?

Come fare se la pelle si irrita dopo la depilazione

L’impacco di camomilla

Non serve solo per dormire: la camomilla possiede qualità lenitive e calmanti che la consigliano anche per un uso non alimentare, ovvero, nel nostro caso, sotto forma di impacchi nelle zone interessate da una recente depilazione.

Il miele

La “ricetta” consiste nel mischiare un cucchiaio o due di latte di riso (o anche di mucca) e uno di miele: il composto che si ottiene va massaggiato sulla pelle con movimenti rotatori. L’impiastro va lasciato agire per una decina di minuti, poi si deve risciacquare per bene.

Fin qui abbiamo detto di due prodotti del tutto naturali e fai da te, ma per trattare la pelle dopo la ceretta si possono anche adoperare prodotti pure loro casalinghi e di uso anche più comune. ma naturalmente esistono anche prodotti più specifici. Vediamoli..

Per esempio gli oli lenitivi

Tipo l’olio di semi di girasole (o d’oliva), che puoi applicare con dei batuffoli di cotone imbevuti. Basta tamponare le zone possibile fonte di irritazione. Si può risciacquare dopo qualche minuto, ma anche no: in tal caso si aspetta che l’olio venga assorbito dalla pelle.

LEGGI ANCHE:  Il japanese make up! Una geisha contemporanea: top per S.Valentino!

In questo caso, però, forse più indicato è l’olio di argan, che al contrario di quello di girasole e d’oliva è meno grasso.

Le creme contro i “brufolini”

Se dopo la ceretta compaiono brufolini e pomfi arrossati, il rimedio migliore è una pasta all’ossido di zinco. Questa pasta agisce come una guaina protettiva che impedisce sul nascere gli eritemi. Ne va applicata una buona quantità sulla zona interessata, senza massaggiare.

Oppure puoi usare preparati al pantenolo e all’allantoina, che restituiscono alla pelle il suo equilibrio idrolipidico. Sono le stesse creme che si applicano dopo un tatuaggio, che ovviamente è molto più stressante per la cute. Queste creme funzionano anche da prevenzione per la possibile follicolite post-ceretta.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...