Come rigenerare il sistema immunitario e non prendere mai malattie con il semi-digiuno

Come rigenerare il sistema immunitario col digiuno periodico.

Valter D. Longo (nelle foto), classe 1967, è un gerontologo e un biologo cellulare piuttosto noto per alcuni suoi studi sul ruolo del digiuno come protezione contro l’invecchiamento e le malattie e su come rigenerare il sistema immunitario.

Valter Longo

Al momento è professore alla USC Davis School of Gerontology, nel sud della California e direttore dell’istituto che la University of South California (USC) ha dedicato alla longevità.

Secondo le sue ricerche, un digiuno periodico per 5 giorni contribuisce alla rigenerazione delle cellule staminali nel sangue.

Ma non solo: si avrebbe anche una ripartenza del sistema immunitario, ritardando nel contempo il processo di invecchiamento.

Il professor Longo spiega che “quando si digiuna, il sistema cerca di risparmiare energia. Nel fare questo ha bisogno di riciclare molte delle cellule del sistema immunitario di cui non ha necessità, sopratutto quelle danneggiate”.

Tra i fattori che possono indebolire il sistema immunitario e quindi favorire l’invecchiamento ci può essere la chemioterapia.

Vi vengono sottoposti i pazienti malati di tumore ed è causa di parecchi effetti collaterali, tra i quali la perdita di cellule del sistema immunitario.

È appunto per questo che gli oncologi sono costretti a limitare sia la dose che la frequenza dei cicli di chemioterapia.

Ma anche quando non si è in presenza di chemioterapia l’invecchiamento naturale indebolisce comunque il sistema immunitario, accrescendo il rischio di prendere malattie.

Come rigenerare il sistema immunitario: il digiuno secondo il professor Longo

Secondo la ricerca diretta dal professor Longo, una limitazione temporanea della quantità di cibo introdotta sarebbe capace di aumentare la resistenza delle cellule madri a determinati fattori di rischio, come per esempio il rilascio dell’ormone somatotropina in eccesso.

LEGGI ANCHE:  Sei regole da seguire per mantenerci in salute: semplici ma efficaci!

In altri termini: il digiuno proteggerebbe le cellule del sistema immunitario.

Quanto alle evidenze sperimentali, s’è visto che sia nelle cavie che negli esseri umani un digiuno periodico riduce di molto le cellule bianche nel sangue.

Questo digiuno periodico dovrebbe durare 5 giorni e andrebbe praticato ogni tre o sei mesi per rinnovare del tutto il sistema immunitario.

Va peraltro avvertito che per alcune persone il digiuno completo potrebbe rivelarsi pericoloso: è per questo che è stata escogitata una dieta a base di zuppe liofilizzate, frutta secca e infusi naturali.

L’hanno chiamata dieta “mima-digiuno”, insomma, una dieta talmente povera da coincidere quasi con un digiuno.

Prudenza

In ogni caso, prima di imbarcarvi in questa dieta sappiate che è meglio verificare di essere idonei a sostenerla.

Questo perché la dieta mima digiuno ha una serie di effetti abbastanza radicali. Non tutti sono in grado di sopportarla e per alcuni individui può risultare pericolosa.

È molto sconsigliata, per esempio, ai diabetici dipendenti dall’insulina, a chi soffre di anoressia, alle persone sotto peso e soprattutto ai soggetti che non hanno ancora finito la crescita, per cui la fascia d’età più idonea è tra i 20 e i 70 anni, non prima.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...