Cosa succede al corpo se si elimina il sale dall’alimentazione?

Siamo abituati a pensare che il sale faccia male se consumato troppo, ed è giusto così, ma cosa succede al corpo se, invece, si elimina definitivamente dall’alimentazione?

Sapete i danni che comporta non mangiare più sale e, quali benefici, invece, apporta all’organismo se questo, viene ingerito nelle giuste dosi? Rispondiamo subito a questi quesiti partendo dal principio: un’alimentazione priva di sale fa bene al corpo?

Cosa succede al corpo

Sale: cosa succede al corpo se si consuma troppo sale!

Partiamo dal principio secondo cui una sana e corretta alimentazione è quella povera di sale. E’, ormai, indubbio che mangiare cibi troppo salati faccia male all’organismo con conseguenze, nel medio-lungo periodo, anche gravi. Tra le patologie che possono insorgere troviamo:

  • danni all’apparato cardiovascolare, quali l’infarto e l’ictus
  • ritenzione idrica (pelle a buccia d’arancia) e cellulite
  • aumento di carie
  • osteoporosi
  • pressione arteriosa elevata
  • aumento di peso corporeo.

Cosa succede all’organismo se si elimina il sale dall’alimentazione?

E quali sono gli effetti sull’organismo se, al contrario, si rispetta un regime dietetico totalmente privo di sale?

  • miglior funzionamento del cuore 
  • riduzione della pressione arteriosa
  • miglior funzionamento dei reni
  • diminuzione di fenomeni di osteoporosi
  • minore rischio di sviluppare forme di cancro allo stomaco;
  • riduzione del peso corporeo
  • eliminazione o diminuzione di ritenzione idrica su gambe, cosce e glutei
  • riduzione del senso di gonfiore sul viso e zona oculare
  • riduzione della sete
  • pelle del viso più liscia e pulita

Dieta iposodica: le indicazioni da seguire per uno stile di vita migliore!

I benefici legati ad una riduzione del sale sono ben noti. Seguire un regime alimentare impostato proprio sull’eliminazione (o una riduzione) del sale, comporta uno stile di vita migliore e di benessere generale.

LEGGI ANCHE:  Ecco come sbarazzarti della placca batterica, tartaro e sanguinamento gengivale in un modo naturale e facile senza dolore

Dunque, se avete intenzione di seguire una dieta iposodica, dovete assolutamente EVITARE di

  • usare il sale sugli alimenti in cottura
  • aggiungerlo a carne e verdure
  • consumare il pesce conservato sotto sale come alici, sardine, baccalà
  • mangiare formaggi stagionati
  • gustare salumi, insaccati e cibi in scatola (optate, invece, per legumi secchi);
  • sgranocchiare patatine fritte, salatini, snack confezionati e grissini
  • il pane comune, optate per quello azimo!

Per insaporire i vostri piatti prediligete le spezie al posto del sale!

Cosa succede al corpo

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...