Dormire con la BOCCA aperta fa male alla salute: Ecco quali rischi si corrono.

A chi non è mai capitato di dormire a bocca aperta o di dormire ricorrentemente in questo modo? Una delle cause di questo disturbo è l’influenza. Si sa che col raffreddore, le vie respiratorie spesso si chiudono e siamo costretti a respirare con la bocca. Molto spesso è dovuto anche a delle malformazioni della cavità nasale, il setto deviato ad esempio, o può essere dovuto proprio ad una abitudine. Ma dormire a bocca aperta fa male?

images (1)

Uno studio condotto da Joanne Choi, dell’università neozelandese di Otago, ha osservato un rischio per la salute e dichiara: “Il nostro studio evidenzia chiaramente che la respirazione attraverso la bocca nel sonno può aumentare il rischio di erosione dello smalto e di carie nei denti. Abbiamo analizzato il pH orale di dieci volontari che hanno dormito con una pinza sul naso per respirare con la bocca, e abbiamo notato che in media avevano un pH decisamente più basso rispetto a chi dormiva respirando con il naso”.

dentiL’analisi del pH non è casuale, infatti è stato osservato questo parametro perché il pH del nostro cavo orale gioca un ruolo importante per la protezione delle mucose, nel rimuovere residui di cibo e batteri, per neutralizzare l’acidità e per la mineralizzazione dei denti. Infatti i risultati dello studio hanno mostrato che la media del pH di chi respirava e dormiva con la bocca aperta era di 6.6 rispetto a 7 di chi dormiva e respirava con il naso. In certi casi il pH si è abbassato addirittura a 3.6, un valore molto inferiore se paragonato al valore soglia di 5.5 sotto la quale comincia la demineralizzazione dello smalto. Inoltre, Dormire con la bocca aperta porta a secchezza nella bocca e nella gola e questo può alla lunga irritare i tessuti molli di queste aree.

LEGGI ANCHE:  Bollettino coronavirus 31 marzo 2020 della protezione civile

Questa condizione può anche creare delle condizioni ideali per la crescita e la proliferazione di batteri all’interno della bocca, causando disturbi alle gengive. Senza parlare del fatto che il naso ha la funzione di filtrare tutto quello che respiriamo, respirando con la bocca finiremo col far entrare tutto quello che c’è nell’aria, e questo a lungo andare potrebbe portare a problemi polmonari.
Per evitare quindi questi disturbi cercate di dormire con la bocca chiusa e cercate di respirare con il naso.
A supporto dello studio ci sono anche i dati, che sembrano inconfutabili: la media del pH tra chi dormiva con la bocca aperta era di 6.6 contro il 7 di chi dormiva con il naso, e in alcuni casi si è sfiorato un pH di 3.6, decisamente inferiore rispetto alla soglia di 5.5 sotto la quale lo smalto inizia a demineralizzarsi.

Quindi evitate di dormire con la bocca aperta e nel caso troviate difficoltà rivolgetevi al proprio medico.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...