Intestino alterato: quali sono i sintomi e quali i segnali.

Per una vita sana ed equilibrata l‘intestino deve svolgere le sue funzioni in modo eccellente. Questa semplice verità non è così facile da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni con conseguenze, a volte, non troppo felici per l’essere umano.

Avere un intestino che funzioni bene è sintomo di un ritrovato equilibrio. Molte persone, però, presentano dei sintomi che segnalano alterazioni! Scoprite quali possono essere tali cause e come porvi rimedio!

Intestino: i sintomi che indicano che è alterato

Ricordiamo che un microbiota (nota anche con il termine flora batterica) che funziona bene vi protegge da infezioni varie e rende l’organismo più sano e forte, in grado, quindi, di lavorare al meglio.

I sintomi più comuni che indicano che il vostro intestino è alterato possono essere diversi. Indichiamo quelli più evidenti:

  • malessere generale
  • diarrea e/o stitichezza
  • mal di testa
  • crampi addominali e pancia gonfia
  • reflusso gastroesofageo
  • ricorrenti infezioni vaginali (esempio la candida)
  • gas intestinali
  • muco nelle feci
  • psoriasi
  • acne
  • dolori articolari
  • intolleranze alimentari varie
  • allergie
  • poca concentrazione
  • stati depressivi
  • sbalzi d’umore improvvisi e ripetuti
  • stanchezza eccessiva e spossatezza
  • carenze nutrizionali
  • stati di stress
  • malattie autoimmuni
  • aumento di peso ingiustificato
  • difficoltà ad addormentarsi e insonnia

Intestino alterato

Cosa fare se si presentano più sintomi descritti

Questi sintomi possono comparire singolarmente per brevi periodi di tempo. Se, però, vi rendete conto di avere ben più di uno tra i sintomi sopra descritti, è importante recarsi da un medico per cercare di analizzare meglio l’origine del problema.

Il dottore a cui rivolgersi sarà sicuramente un gastroenterologo esperto, oppure un biologo nutrizionista specializzato sull’argomento o un medico funzionale.

LEGGI ANCHE:  I peggiori mascara tra le marche più conosciute: Ecco i test!

Una volta analizzato il vostro singolo caso si potrà procedere all’esecuzione di alcuni test specifici sulla flora intestinale, tra i quali quello base che si occuperà di valutare il vostro stato di salute e quindi l’effettiva presenza di un’alterazione dei batteri presenti nell’organismo.

Con i risultati in mano sarà poi possibile valutare un’alimentazione mirata e l’assunzione di probiotici specifici per riequilibrare la flora batterica.

Una volta che inizierete la vostra cura, i sintomi sopra elencati andranno a scomparire o ad alleviarsi pian piano. Il risultato? Una vita decisamente migliorata e con un umore più stabile e positivo.

 

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...