La dieta senza glutine: tutti gli errori da non commettere

La dieta senza glutine: una faccenda complicata.

Se vi diagnosticano la celiachia, dovete rassegnarvi a una dieta senza glutine. Il glutine è la componente proteica principale del germe di grano, di orzo e di segale.

È il glutine che nei celiaci scatena l’attacco del sistema immunitario contro le pareti dell’intestino tenue. Chi ha la malattia deve quindi evitarlo.

Solo che la cosa è più facile a dirsi che a farsi: il glutine si trova in una quantità infinita di alimenti ed evitarlo è molto, molto complicato. Non impossibile, certo, ma complicato.

Non a caso, le persone con la celiachia spesso diventano un vere e proprie esperte nel leggere le etichette dei prodotti alimentari. Alla fine si impara, ma diciamo che la curva di apprendimento all’inizio è abbastanza ripida.

E sono sempre possibili errori, anche dopo anni e anni di dieta gluten-free.

Dieta senza glutine: una storia complicata

Va notato che i dottori raccomandano di non iniziare una dieta gluten-free senza aver prima ricevuto una diagnosi di celiachia.

Questo perché i test per scoprire se avete la malattia richiedono che si consumi del glutine per essere accurati.

Considerato tutto quello che s’è detto finora, si capisce bene che è più facile sapere quello che un celiaco può mangiare piuttosto che quello non deve mangiare.

Vi basti sapere che generalmente il glutine lo possiamo trovare nel pane di farina bianca, nella pasta, nei dolci, nei biscotti, nella maggior parte dei cereali. Il che già costituisce una bella fetta di tutto quello che si trova nei negozi di generi alimentari.

E pane, pasta e cereali rappresentano solo la punta dell’iceberg, dato che il glutine (lo si diceva sopra) è contenuto in un sacco di prodotti: basti pensare che il malto d’orzo viene usato come dolcificante nei biscotti e che lo si può trovare anche nella birra.

LEGGI ANCHE:  Fiori da mangiare: quali sono quelli commestibili e una ricetta speciale

Diciamo che fidarsi delle etichette, almeno in Europa, può essere un buon punto di partenza per evitare il glutine.

E un altro punto di partenza può essere il preferire in generale frutta fresca, ortaggi, carne, pollame e pesce.

Importante

Concludiamo avvertendo che, essendo la celiachia una malattia, la vostra dieta dovrà essere accuratamente supervisionata da uno specialista. Non avventuratevi mai da soli in questo campo, potreste procurare danni alla vostra salute.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...