La frutta secca che fa ingrassare di meno, come mangiarla

La frutta secca è assai apprezzata in quasi tutto il mondo. Mandorle, noci, noccioline o pistacchi sono cibi davvero gustosi e trovano largo impiego in un gran numero di ottime ricette.

Questo cibo, ormai lo abbiamo imparato, è ricco di proprietà benefiche. Ma sappiamo anche che parecchie persone lo snobbano, perché hanno un fondato timore che faccia ingrassare.

E però questo tipo di alimento contiene acidi grassi “buoni”, vitamine e tantissimi altri preziosi nutrienti molto benefici per la salute: dovremmo quindi non farci mai mancare mandorle, noci, noccioilne o nocciole.

Il problema è che per chi ha un metabolismo un po’ lento, per chi quindi tende ad accumulare grassi, la frutta secca può effettivamente rappresentare un grattacapo, perché è oggettivamente generosa in quanto a calorie.

È quindi importante che queste persone imparino qual è la frutta secca che fa ingrassare di meno. Ma non solo, è anche utile che sappiano come va mangiata per assorbire la maggior quantità di sostanze benefiche senza per questo mettere a repentaglio la linea.

Mandorle, noci, pistacchi e nocciole contengono parecchia fibra, il che aiuta a regolare il transito intestinale e migliora anche la salute del cuore.

Mangiarne un pochino al giorno ci aiuta a vivere meglio, ma anche a mangiare di meno: appunto perché contiene fibra, che dà un senso di sazietà.

La frutta secca che fa ingrassare di meno

In termini di calorie, la frutta secca che ne contiene di più sono le noci (670 calorie per 100 grammi), le nocciole (625) i pistacchi (600) e le mandorle (500 calorie) .

Come potete notare, le mandorle contengono un po’ meno calorie rispetto all’altra frutta secca. Se la tua preoccupazione è che tendi a prendere peso, ma non vuoi rinunciare ai benefici di questi alimenti, puoi limitarti a consumare solo mandorle.

LEGGI ANCHE:  La dieta: come risvegliare il metabolismo e perdere peso

Cinque o sei al giorno saranno più che sufficienti e quel che conta la tua bilancia non protesterà.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...