Le 9 cose assolutamente da non fare e da fare in gravidanza

Durante la gravidanza le donne si ritrovano sempre di fronte a tanti dubbi e perplessità su cosa possono fare e non, e noi siamo qui per risolverli.
Quello che leggerete qui di seguito è riferito solo ed esclusivamente ad una gravidanza. Quindi ora vi lascio alle 7 cose da fare e non fare durante il periodo gestazionale.

PRIMO MESE
– Cosa si può fare e cosa non si può fare
Il primo mese di gravidanza la donna non sa ancora con sicurezza di essere incinta. In questo mese se state cercando di avere un bambino e quindi non sapete con sicurezza se ci siete riuscite, vi possiamo consigliare di evitare tutti quei comportamenti che possono essere nocivi per lo sviluppo del feto, quali attività fisica intensa, alimentazione scorretta, alcol e fumo.

SECONDO MESE
– Cosa si può fare
Avete da poco scoperto di essere in dolce attesa e potete continuare a svolgere le vostre normali attività quotidiane. Dovrete fare più attenzione alla vostra alimentazione e nutrirvi di tutto in modo da sviluppare delle gravi carenze di nutrienti. Potete viaggiare su qualsiasi mezzo di trasporto. Per quanto riguarda l’attività fisica è meglio non esagerare troppo, vi consigliamo delle camminate o di dedicarvi al nuoto ma senza affaticarvi troppo.
– Cosa non si può fare
Non potete di sicuro svolgere attività stressanti e pesanti. State attente nell’assumere medicinali senza controllo medico soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza perché è il periodo più rischioso. Molti medicinali hanno effetti teratogeni e sconosciuti che possono provocare gravi danni al bambino o addirittura possono portare ad un aborto. Per qualsiasi rimedio, anche quelli naturali è sempre meglio consultare il proprio medico. Non viaggiate in posti in cui è richiesta una profilassi complessa di vaccinazioni, queste possono provocare danni al bambino. Se invece si svolgono lavori in laboratori biologici o chimici con il rischio di contagio o contatto con sostanze chimiche è necessario stoppare in questo periodo e cambiare attività per prevenire il rischio di malformazioni e danni al bambino.

TERZO MESE
– Cosa si può fare
Seguite un’alimentazione varia e corretta, lavoro medio-intenso senza però esporsi a rischi chimico-biologici o ad attività pericolose e particolarmente stressanti per il corpo.
– Cosa non si può fare
Se dopo aver fatto il test per la toxoplasmosi il risultato fosse negativo vi consigliamo di non mangiare carne e pesci crudi, insaccati e salumi mentre per la frutta e la verdura, queste andranno lavate accuratamente. Se avete dei gatti lasciate cambiare la lettiera ad un’altra persona perché la toxoplasmosi può essere trasmessa dalle feci dei gatti infetti all’uomo. Evitate di andare sul mezzi di trasporto pericolosi come il motorino.

QUARTO MESE
– Cosa si può fare
Il rischio di aborto spontaneo è terminato e in questo trimestre potete dedicarvi ad un’attività fisica lieve se fino ad ora vi siete fermati per non correre nessun rischio. Le passeggiate, lo yoga, il nuoto leggero sono ideali. Mi raccomando fate attenzione che i corsi siano costruiti apposta per le donne in gravidanza. Potete viaggiare su ogni mezzo di trasporto.
– Cosa non si può fare
Se fate un lavoro notturno o diviso a turni il tuo datore di lavoro dovrà affidarti un’altra mansione o dovrà affidarti solo il turno di giorno. Non fate sforzi fisici eccessivi sforzando la schiena e muscoli addominali.

LEGGI ANCHE:  5 erbe o integratori che possono aiutare nelle infezioni urinarie

QUINTO MESE
– Cosa si può fare
In questo mese potete fare tutto quello che avete fatto nel mese precedente.
– Cosa non si può fare
Non state troppo tempo in piedi, il peso del bimbo inizia a farsi sentire.

SESTO MESE
– Cosa si può fare
Fai tutto quello che ti è stato permesso di fare nei 2 mesi precedenti. Iniziate a preparare tutto l’occorrente per il futuro nascituro e a creare un ambiente caldo e caloroso.
– Cosa non si può fare
Non vi affaticate troppo, riposatevi spesso e seguite alla lettera le raccomandazioni fatte dei mesi precedenti.

SETTIMO MESE
– Cosa si può fare
Per quanto riguarda l’attività fisica vi consigliamo di svolgere quelle che aiutano a sperimentare posizioni comode in preparazione al parto. Frequentate il corso pre-parto per prepararvi al lieto evento e fate tutte le domande che volete per chiarire tutti i vostri dubbi. Potete porre una protezione al pancione per proteggere il bambino.
– Cosa non si può fare
Evitate di cercare su internet o ascoltare le vostre amiche raccontare quanto sia stato difficilissimo, dolorosissimo o facilissimo il loro parto. Ricordate che i parti sono tutti differenti, da donna a donna, ma addirittura un parto può essere differente da quelli precedenti. Evitate di viaggiare molto a lungo con mezzi di trasporto quali il treno che non consente di fare soste.

OTTAVO MESE
– Cosa si può fare
Potete ancora lavorare ma fate delle pause tra un’ora e l’altra. Potete ancora viaggiare in aereo con una durata di massimo 7-8 ore sgranchiendovi le gambe di tanto in tanto per aiutare la circolazione. Iniziate a preparare la borsa del parto con tutto il necessario per voi e per il vostro bambino.
– Cosa non si può fare
Limitate tutti i tipi di sforzi pesanti. Fatevi dare una mano da una persona a voi vicina per le vostre faccende. Evitare i viaggi lunghi con qualsiasi mezzo di trasporto.

NONO MESE
– Cosa si può fare
Preparate delle serate con amici o parenti prima del parto. Potete fare ancora passeggiate, il nuoto e tutto ciò che vi aiuti a rilassarvi e a mantenere attiva la circolazione. Seguite sempre una buona alimentazione. Per quanto riguarda i rapporti con il partner potete continuare ad averli sino alla fine del nono mese prilivegiando naturalmente le posizioni comode che non fanno male al bambino.
– Cosa non si può fare
Evitate di fare viaggi lunghi. Molto spesso le compagnie aeree non permettono l’imbarco alle donne che si trovano all’ultimo mese di gravidanza. Staccate dal lavoro e pensate solo al parto e alla nascita del bambino.

Oltre a tutte queste raccomandazioni, consiglio a tutte le mamme di godersi la gravidanza. Questo è un periodo speciale, ricco di emozioni e sensazioni positive e negative, ma che comunque sia va vissuto appieno perché cambierà per sempre la vostra vita.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...