Pasta scotta: ecco cosa succede se la mangiate, attenzione…

che succede se mangi pasta scotta

Che succede se mangi la pasta scotta?

Pasta, mon amour. Alzi la mano chi non ama la pasta. Beh, lo sospettavamo, non siete molti.

Se poi facciamo la domanda “alzi la mano chi ama la pasta scotta”, le mani in aria saranno ancora di meno, se possibile.

Noi italiani lo sappiamo bene, la pasta per essere buona ha da essere “al dente”.

All’estero talvolta hanno le idee abbastanza confuse, al riguardo. C’è per esempio quella leggenda metropolitana secondo la quale per vedere se la pasta è cotta la si deve tirare contro il muro: se si attacca, allora è cotta (!).

Abbiamo il sospetto che la storia sia stata messa in giro da qualche italiano in vena di scherzi che non ne poteva più delle domande a volte un po’ offensive degli ignari stranieri.

Che succede se mangi la pasta scotta?

Prima di rispondere, sarà bene sottolineare un concetto: non abbondate con le porzioni. In dosi ragionevoli la pasta è un ottimo alimento. Se però se ne abusa, ne risentono la salute e soprattutto il girovita.

Ma torniamo a bomba: la pasta è meglio mangiarla scotta oppure al “dente”? La risposta è presto detta: i nutrizionisti sono unanimi nel consigliare la pasta al dente.

Per due motivi, fondamentalmente. Uno. La pasta al dente si digerisce molto più facilmente rispetto a quella troppo cotta.

Due. C’è poi da considerare che la pasta al dente incide di meno sull’indice glicemico. Se cuociamo la pasta al dente, infatti, gli amidi che contiene rimangono in parte indigeriti, il che comporta una digestione più lenta e quindi anche un rallentamento nell’assorbimento del glucosio.

LEGGI ANCHE:  Arrotolarsi i capelli tra le dita, cosa vuol dire psicologicamente?

La pasta al dente offre anche un maggiore senso di sazietà, il che ci indurrà a non cercare di mangiare ulteriormente. La conseguenza è meno glucosio e anche meno calorie.

La pasta scotta, invece, è proprio sconsigliata in generale, ma soprattutto per chi sta cercando di dimagrire e specialmente per chi soffre di malattie metaboliche come il diabete. Il motivo lo abbiamo visto: se la pasta è troppo cotta, la glicemia si impenna.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...