Pezzi di cibo nelle feci: non ignorare questo segnale. L’esperto rivela:” Se nelle feci si trovano residui di…

La funzionalità dell’apparato digerente può essere compromesso non solo accusando disturbi o dolori a livello dello stomaco o dell’intestino, ma osservando anche l’aspetto, il colore e l’odore delle feci. Gli studi su questa tematica sono eseguiti soprattutto sui neonati le cui feci sono importanti per valutare lo stato di salute dei bambini. Per questo anche gli adulti possono osservare le loro feci e vedere se c’è qualche sorta di cambiamento.

Schermata-2016-12-22-alle-07.27.17

CAMBIAMENTI NELLE FECI
Molto spesso si possono trovare dei residui di cibo nelle feci e questo può farci preoccupare. Come sappiamo, nelle feci non devono trovarsi residui di cibo non digerito, muco, sangue, ecc.
Il cibo non digerito presente all’interno delle feci è rappresentato il più delle volte da alimenti vegetali come semi, noci, cereali, verdure o bucce di frutta, e così via. Se la persona non accusa nessun disturbo e sta bene, i pezzi di cibo non digerito nelle feci non desta preoccupazione e nessun tipo di trattamento. Se le particelle di cibo sono abbastanza grandi, può essere un sintomo di disturbi del pancreas o del processo accelerato di evacuazione del cibo ingerito.

Fibre nella dieta
Come già abbiamo riferito precedentemente, il cibo non digerito nelle feci molto spesso è di natura vegetale, ovvero una fibra vegetale. La non completa digestione di questi alimenti è dovuto all’assenza nel nostro corpo di speciali enzimi che digeriscono e scindono le fibre. Una parte di fibra viene eliminata dal corpo così com’è, intatta, e solo una piccola parte di essa viene scissa dalla microflora intestinale ed eliminata con le feci in modo normale.
Le fibre si classificano in solubili e insolubili, ed entrambe possono essere osservate nelle feci.
Quelle che compaiono più spesso nelle feci sono le fibre solubili, e questo può essere dovuto alla mancanza di produzione di acido cloridrico a livello dello stomaco. Tra i residui di cibo che possono essere osservati nelle feci ci sono soprattutto pezzi di patate, carote, barbabietole, mele e uva, ma ancora cereali, legumi, verdure e buccia di frutta. A causa di un componente presente all’interno delle membrane delle fibre, la lengina, alcuni cibi non vengono digeriti dopo il processo di masticazione e vengono eliminati così come sono.

LEGGI ANCHE:  Artrite: cinque alimenti assolutamente da evitare

COSA FARE
Se i residui di cibo compaiono molto spesso nelle feci, potrebbe essere dovuto ad una ridotta acidità gastrica, malattie del pancreas o anche ad una rapida evacuazione del cibo dall’intestino. Tutto questo è confermato ancor di più se è accompagnato da altri sintomi quali diarrea e dolori a livello del sistema digerente. In caso contrario non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Biologa Nutrizionista: Maria Leonardi

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...