Sfumare l’ombretto: 4 regole imperdibili per un make-up perfetto!

sfumare ombretto

Il segreto per un trucco occhi naturale, ma d’effetto consiste nel saper sfumare l’ombretto in modo impeccabile… ecco alcuni consigli per evitare macchie di colore informi e per apprendere le tecniche migliori per una resa ottimale del vostro make-up!

1. Il pennello per sfumare l’ombretto

Quando acquistate dei pennelli per sfumature, dovrete fin da subito prestare attenzione a due dettagli: la morbidezza delle setole. Dovete testarne la qualità appoggiandole sulle mani o sul viso (se riuscite anche sulle palpebre!), muovendole un po’. Se pungono, non compratele! Non devono essere neppure troppo delicate, altrimenti non riuscirete a prelevare bene gli ombretti e a sfumarli.

Pennelli da sfumatura

Occhio anche a forma e dimensione dei pennelli: ognuna di esse ha un uso specifico per un make up perfetto. Se sono grandi, con setole allargate, non si adattano ad occhi piccoli o a sfumature precise. Se sono piccoli con setole compatte, vanno utilizzati solo per i colori più intensi perché trattengono i pigmenti e possono eseguire solo sfumature circoscritte.

Quando li utilizzate, fate attenzione a non esercitare troppa pressione, altrimenti rischiate di rilasciare una dose eccessiva di prodotto sulla palpebra, che si trasformerà in una macchia di colore difficilmente gestibile, con il rischio di rilasciare pigmenti anche al di fuori dell’orbita oculare!

2. La scelta del colore

Nella scelta dell’eyeshadow, grande importanza riveste la tonalità. Non utilizzate ombretti troppo chiari come il panna o il bianco ottico sopra ad un colore scuro come nero o marrone, altrimenti rischiate di ottenere solo una macchia!

Iniziate dai toni più tenui e sfumateli sulla palpebra mobile, poi scurite la tonalità con pigmenti opachi, Infine, con il pennellino più piccolo e pulito, fate sì che i due colori si fondano insieme!

 

Evitate gli stacchi troppo bruschi per non sembrare dei panda: con colori opposti intevenite con piccoli movimenti nel punto esatto d’incontro, senza far prevalerne uno sull’altro.

LEGGI ANCHE:  Ecco come eliminare le mosche senza l'uso dell'insetticida

Volete essere sicure di ottenere un risultato omogeneo? Scegliete tonalità simili, così la sfumatura sarà una fusione ottimale dei due pigmenti. Applicate sempre prima il colore più chiaro su tutta la palpebra per uniformarla, utilizzate quello più scuro alla fine dell’occhio allungandolo verso la rima ciliare inferiore con un pennello sottile, in modo da intensificare decisamente il vostro sguardo.

 

3. Il finish adatto per sfumare l’ombretto

Se volete essere certe di realizzare una sfumatura perfetta, scegliete un ombretto luminoso, satinato o metallizzato e stendetelo su tutta la palpebra mobile con precisione ed attenzione. Sulla piega dell’occhio, utilizzate un colore opaco, in modo da infondere profondità allo sguardo e smorzare l’iridescenza. Sfumatelo con un pennellino adatto, compiendo leggeri movimenti da destra a sinistra senza arrivare troppo vicino all’attaccatura del naso.

Potete anche partire da un ombretto opaco, sfumando il pigmento poco alla volta, per poi terminare il trucco utilizzando un eyeshadow shimmer, aggiungendo un tocco di tridimensionalità allo sguardo.

4. I movimenti giusti per sfumare l’ombretto

Due sono le tecniche regine per ottenere una sfumatura impeccabile:

  1. movimenti circolari e circoscritti: senza premere troppo, ruotate il pennellino in modo da fondere le tonalità,
  2. il tergicristallo: procedete da destra a sinistra e viceversa per unire due pigmenti diametralmente diversi tra loro, evitando una macchia informe.sfumare l'ombretto con la tecnica del tergicristallo

 

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...