TRX, l’allenamento in sospensione che ti fa bruciare 600 calorie all’ora

TRX, l’allenamento in sospensione che ti fa bruciare 600 calorie all’ora.

Settembre è il mese del ritorno alla routine di tutti i giorni. È il mese dell’anno in cui molti di noi buttano giù delle liste di cose da fare, come i buoni propositi intorno alla fine dell’anno. Tra questi buoni propositi spesso c’è quello di dedicarsi con costanza all’esercizio fisico.

Di esercizi e di modi per farli là fuori ce n’è una scelta larghissima, ma per molti esperti di fitness è ormai chiaro che qualunque regime debba comprendere almeno una parte di TRX.

TRX, l’allenamento in sospensione che ti fa bruciare 600 calorie all’ora

Che cos’è il TRX? Il TRX è un tipo di allenamento che si basa sulla gravità e che sfrutta il peso del corpo in maniera completa.

In particolare ci si serve di cinghie, di maniglie e di una specie di imbracatura per attaccarsi ad una sorta di telaio ad angolazioni differenti, aumentando o diminuendo anche la base di appoggio per i piedi.

In molti esercizi TRX si sfrutta l’effetto pendolo e si fanno lavorare un sacco di muscoli, praticamente tutti quanti. Gli esercizi sono progettati per svolgersi sia all’impiedi che da sdraiati.

La “filosofia” del tutto sta nel fatto che quando siamo appesi siamo forzati a “dialogare” in maniera differente col nostro corpo, a pensarlo e a percepirlo in maniera nuova rispetto allo spazio e alla forza di gravità.

I benefici del TRX

I benefici del TRX si possono riassumere come segue: fa lavorare tutto il corpo; in una sola sessione di TRX si possono impegnare addome, schiena, spalle, gambe e pettorali; è ottimo per rafforzare l’apparato muscolare; migliora mobilità, flessibilità e coordinazione; si può praticare senza limiti di età e può essere graduato a seconda delle esigenze individuali; è adatto anche a programmi di riabilitazione e fisioterapia; rafforza il sistema cardiovascolare.

LEGGI ANCHE:  Cucina Shabby chic: lo stile che ti permette di arredare riciclando

Come praticare il TRX

Innanzitutto è bene non praticarlo da soli, ma sempre con l’assistenza e il consiglio di un allenatore. Inoltre, come in tutti gli esercizi, l’allenamento in sospensione deve sempre essere preceduto da una fase di riscaldamento, per evitare lesioni e per aumentare resistenza e stabilità.

I rischi

Il rischio più comune che si corre col TRX sono le lesioni alle spalle, ma in generale anche slogature e contratture: è anche per questo che è fondamentale affrontare questo tipo di allenamento sempre con l’assistenza di un allenatore.

Chi soffre di borsiti, tendiniti, lussazioni o altre patologie a carico della cuffia dei rotatori deve risolverle prima di affrontare il TRX, perché altrimenti potrebbero aggravarsi.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...