Salute: quali danni provoca stare seduti troppo a lungo

stare seduti troppo a lungo

Salute: quali danni provoca stare seduti troppo a lungo.

Non sono pochi i danni alla salute che possono essere provocati dallo stare seduti troppo a lungo.

Per loro natura, gli esseri umani non sono creature sedentarie. I nostri antenati passavano le loro giornate sempre in moto: cacciando, raccogliendo frutta ed erbe, coltivando i campi. Poco ma sicuro, quando eravamo cacciatori-raccoglitori di gente in sovrappeso ce n’era davvero poca.

Ma poi è arrivato il progresso, sono arrivate le macchine, sono arrivati i computer. Sempre più persone oggi si guadagnano la giornata senza praticamente muovere un muscolo, a parte le falangi e falangette per battere sui tasti del pc.

Tutto questo non è senza conseguenze.

Salute: quali danni provoca stare seduti troppo a lungo

Stare seduti troppo a lungo ci può rubare anni di vita. E quel che è peggio, oltre un certo punto ai danni non si può rimediare con l’esercizio fisico.

Una ricerca condotta su ben 120mila persone ha mostrato, per esempio, che i soggetti che stavano seduti per più di sei ore al giorno avevano dal 20 al 40 per cento di probabilità in più di morire durante la durata dello studio (14 anni) di quelli che stavano seduti meno di tre ore al giorno.

In altri termini, stare troppo tempo seduti aumenta il rischio di contrarre malattie che possono anche condurre a morte prematura. In generale, le persone più sedentarie hanno un 24 per cento di possibilità in più di dipartire prematuramente da questa valle di lacrime.

Questo perché è più facile che sviluppino malattie come il diabete di tipo 2, l’ipertensione o altre condizioni cardiovascolari.

LEGGI ANCHE:  La migliore pasta italiana la trovate alla Coop. Questa la classifica di Altroconsumo!

Quando passi molte ore seduto consumi pochissime calorie, il che vuol dire che aumenta il rischio di prendere peso; inoltre si abbassa il livello del colesterolo “buono”, diminuisce l’efficacia dell’insulina (di un 24 per cento), aumenta il rischio di sviluppare il diabete, cala il tono muscolare;

se poi, come è quasi sempre il caso, stai seduto lunghe ore davanti allo schermo di un computer, aumenta anche il rischio di sviluppare danni a gli occhi, per non parlare della schiena e del collo.

Che fare?

Idealmente, la cosa migliore sarebbe diminuire progressivamente le ore che si passano seduti: prendi nota del tempo che passi seduto e a poco a poco lo diminuisci. Un’altra soluzione, se lavori in casa, è alternare una postazione di lavoro verticale, che ti permette di lavorare in piedi, alla classica postazione dietro un tavolo o una scrivania.

Ma non tutti possono fare così, non quanti lavorano in un ufficio, per esempio. Per queste persone la soluzione può essere quella di prendere una pausa ogni mezz’ora, sgranchirsi le gambe per un paio di minuti e poi tornare al lavoro.

Questo migliorerà la circolazione delle gambe, allenterà eventuali irrigidimenti muscolari, riposerà gli occhi e migliorerà anche l’umore.

Seguici su google news!
Potrebbe interessarti anche...